SHARE
(fonte foto: euro 2016 profilo twitter)
(fonte foto: euro 2016 profilo twitter)
(fonte foto: euro 2016 profilo twitter)

Ondrej Duda nella storia degli Europei: lo slovacco entra nella ripresa e dopo pochi secondi firma il gol del momentaneo pareggio. Ma alla fine trionfa il Gallles

La Slovacchia perde la prima partita di Euro 2016, ma il gol di Duda entrerà nella storia dei campionati europei. Il Galles passa in vantaggio nella prima frazione di gioco con una punizione di Bale, ma nella ripresa gli uomini di Kozak provano a pareggiare i conti. Nella ripresa arriva l’uno a uno grazie alla rete di Ondrej Duda, che firma il gol più rapido di un sostituto agli Europei dopo Valeron nel 2004 contro la Russia. Gol lampo per lo slovacco che fa il suo ingresso in campo al 60′ al posto di Hrosovsky e, dopo pochissimi secondi, supera il portiere gallese Ward facendo esplodere i suoi tifosi. Ma nel finale arriva la beffa: al minuto 81 Robson-Kanu regala la prima vittoria storia al Galles con un mancino che sorprende Kozacik. Il record precedente apparteneva a Valeron che dodici anni fa mise a segno il decisivo contro la Russia durante Euro 2004. Proprio alla fine di questa stagione l’ex Deportivo La Coruna ha deciso di ritirarsi dal calcio giocato dopo tante stagioni da protagonista con Las Palmas. All’età di 41 il talentuoso spagnolo lascia così da protagonista dopo cinque gol in 47 partite con la Nazionale spagnola. Ora è lo slovacco Duda ad entrare nella storia degli Europei per un record speciale: la sua Nazionale cade contro un buon Galles, ma il centrocampista del Legia Varsavia diventa il giocatore ad aver segnato la rete più veloce da subentrante agli Europei. 52 secondi decisivi per la sua storia. Ma il gol più veloce in assoluto durante un match tra Nazionali appartiene a Davide Gualtieri che con la maglia di San Marino segnò il momentaneo vantaggio contro l’Inghilterra, sfida poi persa per 7-1. La sfida è appena iniziata: chi sarà il prossimo a battere il record di Duda?

SHARE