SHARE

belgio 1

Il gioiello belga Eden Hazard si presenta in conferenza stampa con l’allenatore Marc Wilmots per presentare la sfida di domani sera contro l’Italia

HAZARD – Il trequartista del Chelsea non vede l’ora di scendere in campo e di affrontare il suo prossimo allenatore, Antonio Conte: “Abbiamo qualità nella nostra squadra, dobbiamo creare delle palle gol per segnare. Sono contento di giocare contro il mio futuro allenatore, spero di fargli vedere tutto quello che so fare e contare su di me”. Per il fantasista belga è fondamentale partire bene per non avere pressione: “La prima partita è quella più importante, cominciare con una sconfitta non è positivo, avremmo molta pressione, vincendo sarebbe il contrario. Tutti penseranno che il Belgio è una grande squadra. Almeno un pareggio“. La squadra per Hazard è molto buona e le qualità individuali non mancano: “Siamo consapevoli delle nostre forze. Il centrocampo è la carta vincente, abbiamo giocatori che corrono, hanno quantità e qualità, tirano da fuori.  Nainggolan? E’ uno dei migliori al mondo, con Courtois vorremmo che venisse al Chelsea”.

WILMOTS – Anche per l’allenatore belga domani è fondamentale partire bene, perché “questo è l’avversario più prestigioso in un torneo in cui si può crescere. Ora dobbiamo essere pronti subito”. Wilmots, però, non si fida dell’Italia e di chi dice che questa sia la nazionale azzurra più debole di sempre: “E’ ancora più pericolosa quando si trova in queste situazioni, ha giocatori di altissimi livelli, un allenatore con una squadra di guerrieri. Molta quantità, avete visto le partite finora, anche la Romania… sappiamo quello che c’aspetta”. Per il tecnico sarà importante anche capire con quale modulo si schiererà l’Italia per poter impostare la partita: “Bisogna essere molto compatti, se giocano il 3-5-2 con Candreva bisogna capire quando il difensore esce? Lo saprò solo un’ora e mezza prima della partita, forse inventeranno qualcosa. Abbiamo lavorato molto tecnicamente e mettere in pericolo la difesa”.