SHARE
Bonucci - Fonte Italia Twitter Ufficiale
Bonucci - Fonte Italia Twitter Ufficiale
Bonucci - Fonte Italia Twitter Ufficiale
Bonucci – Fonte Italia Twitter Ufficiale

Per affrontare al meglio il Belgio, Leonardo Bonucci svela ad Equipe che sarà fondamentale puntare sulla mentalità della Juventus e del blocco bianconero

DIFFICOLTA’ – L’Italia, si sa, nei momenti di difficoltà riesce a tirare fuori sempre il meglio, e Leonardo Bonucci ne è consapevole: “In questo momento è vero, abbiamo difficoltà a trovare talenti puri. Ma dobbiamo colmare questo problema con la nostra organizzazione, la nostra fame. Non dobbiamo avere limiti. Quando diventa difficile, ci siamo sempre. Tatticamente sappiamo sempre cosa fare e possiamo causare problemi a qualunque squadra. Quando sei l’Italia, devi arrivare almeno ai quarti di finale”. A differenza di qualche anno fa l’Italia non viene più temuta. I campioni che guidavano la nazionale azzurra oggi non ci sono più, e, soprattutto, in avanti i nomi non sono altisonanti. La colpa per il difensore della Juventus e del poco spazio che trovano nei club e del poco coraggio che abbiamo in Italia di dare fiducia ai ragazzi: “Oggi l’Italia fa meno paura, questo è evidente. Se guardi la squadra che ha vinto nel 2006, con Totti e Del Piero per esempio, o anche quella che è arrivata in finale quattro anni fa… Queste squadre avevano giocatori internazionali. Oggi abbiamo soprattutto attaccanti che giocano poco o hanno poca esperienza internazionale“.

BELGIO – Un esempio da seguire per valorizzare i giovani potrebbe essere proprio quello del Belgio, che oggi, come afferma Bonucci, è superiore all’Italia: “Il Belgio ci è superiore. Ma hanno anche loro infortuni. L’Italia produce pochi talenti e questo si vede su tutto il sistema. In Belgio hanno fatto tutto il contrario, e oggi questo lavoro sta portando i suoi frutti. Oggi dobbiamo imparare dagli altri”.

MENTALITA’ JUVE – Come spiega il difensore della Juventus, per la Nazionale di Conte sarà fondamentale non darsi per vinti. Bonucci, infatti, è ottimista ed afferma che per approcciare al meglio la partita sarà importante riuscire a sfruttare al meglio il blocco Juve e la mentalità bianconera: La mentalità della Juve, ti spira tutti giorni. È in tutto quel che fai. Ed è contagiosa. Dobbiamo vincere sempre. La Nazionale ha fortuna di avere questo blocco juventino. In difesa, abbiamo fortuna di giocare da tanto tempo insieme. Tocca a noi aiutare gli altri. L’Italia ha mostrato nel 2006 quanto avere una difesa forte è importante. Quando prende pochi gol hai più possibilità di vincere”