SHARE
Italia-Irlanda 0-1 - Fonte: Twitter @UEFAEURO
Italia-Irlanda 0-1 - Fonte: Twitter @UEFAEURO
Italia-Irlanda 0-1 – Fonte: Twitter @UEFAEURO

Italia-Irlanda 0-1. Gli Azzurri di Antonio Conte perdono l’ultima gara del gruppo E, battuti meritatamente da un’Irlanda molto combattiva. Decisiva la rete di Brady a 5′ dal 90′, la squadra di O’Neill agguanta il terzo posto che vale gli ottavi di finale.

CHIAVE TATTICA – L’avvio di partita è contraddistinto dalla grande aggressività dell’Irlanda e dalle difficoltà dell’Italia in fase di impostazione. Il 4-3-3 disegnato da O’Neill prevede grande pressione da parte dei tre uomini offensivi nei confronti dei difensori azzurri, con i terzini a loro volta in pressione sugli esterni azzurri per impedire di sviluppare gioco da dietro. La manovra irlandese è tutta basata sul recupero palla nella metà campo avversaria, mentre quando si trova ad impostare da dietro l’opzione che va per la maggiore è il lungo lancio in direzione di Murphy, che gioca nel classico ruolo di centravanti boa tipico del calcio britannico vecchia scuola. Per contro l’Italia fatica tremendamente ad uscire dal pressing avversario: Thiago Motta è costantemente fuori giri, mentre gli interni Florenzi e Sturaro ricevono quasi sempre il pallone spalle alla porta, con scarse possibilità di giocarlo in verticale. Con De Sciglio e Bernardeschi impegnati più a contenere Coleman e Ward che ad attaccare, ne consegue che per i primi 45 minuti Zaza e Immobile fatichino ad avere palloni giocabili. Le occasioni del primo tempo sono tutte di marca irlandese: Hendrick da fuori area sfiora l’incrocio dei pali a Sirigu battuto, mentre Murphy impegna severamente il portiere del Psg con un colpo di testa su azione d’angolo. Gli Azzurri soffrono la grande aggressività dell’Irlanda, che non fa mancare svariate randellate in mezzo al campo scatenando le proteste di Conte all’indirizzo del direttore di gara Hategan, a suo avviso troppo permissivo nei confronti degli irlandesi. L’avvio di ripresa sembra promettere qualcosa in più da parte degli azzurri, che sfiorano il gol con una gran girata al volo di Zaza su cross di De Sciglio, ma ben presto l’aggressività dell’Irlanda torna a spaventare Bonucci e compagni. Un Thiago Motta in serata no rischia grosso con un disimpegno errato, mentre la retroguardia azzurra ha il suo bel daffare nel contrastare i lunghi irlandesi in occasione di ogni calcio piazzato. Conte imbufalito con i suoi corre ai ripari, inserendo dapprima Darmian per Bernardeschi, poi Insigne ed El Shaarawy rispettivamente per Immobile e De Sciglio. Il talento di scuola napoletana è subito protagonista con un palo colpito a conclusione di un’azione che tanto ricorda quella decisiva contro la Svezia, protagonista Eder. O’Neill risponde al c.t azzurro inserendo un’ala pura – McGeady – al posto di Murphy e spostando Long nel suo ruolo naturale di punta. Dentro anche Hoolahan per McCarthy per ridare freschezza ad una mediana in debito d’ossigeno. Il cambio si rivela azzeccato: lo stesso Hoolahan nel giro di due minuti è grande protagonista con una rete divorata a tu per tu con Sirigu e con il preciso lancio che a 5′ dal termine pesca Brady al centro dell’area di rigore per il vantaggio irlandese.

I PROTAGONISTI – Il migliore in campo è senza dubbio Brady: tutte le azioni più pericolose dell’Irlanda passano per i suoi piedi, quella che decide la partita per la sua testa. Ottimo anche l’ingresso in campo di Hoolahan, che spacca la partita risultando decisivo ai fini del risultato. Nell’Italia si salvano in pochi, su tutti Sirigu – autore di almeno due parate decisive – e Barzagli, sempre sicuro e mai protagonista di amnesie difensive.

MOMENTO CHIAVE – Sono i cambi a decidere la partita. Insigne appena entrato coglie il palo, Hoolahan si divora un gol ma poco dopo firma l’assist per gol vittoria di Brady.

LA GIOCATA – Splendida la parata con cui Sirigu nega la gioia del gol a Murphy nel primo tempo. Il colpo di testa dell’attaccante irlandese è potente e da distanza ravvicinata, il portiere del Psg alza di puro istinto sopra la traversa.

TABELLINO E PAGELLE DEL MATCH

ITALIA-IRLANDA 0-1 (primo tempo 0-0)

Italia (3-5-2): Sirigu 7; Barzagli 6.5, Bonucci 5.5, Ogbonna 6; De Sciglio 5.5 (82′ El Shaarawy s.v), Florenzi 5.5, Thiago Motta 5, Sturaro 5, Bernardeschi 5 (60′ Darmian 5.5); Zaza 6, Immobile 5 (74′ Insigne 6).
All.: Antonio Conte

Irlanda (4-3-3): Randolph 6; Coleman 6.5, Keogh 6, Duffy 6, Ward 6.5; Hendrick 6, McClean 6.5, McCarthy 6 (77′ Hoolahan 7); Brady 7.5, Murphy 6.5 (70′ McGeady), Long 6 (90′ Quinn s.v).
All.: Martin O’Neill

Arbitro: Hategan

Marcatori: 85′ Brady (IRL)
Ammoniti: 39′ Sirigu (ITA), 39′ Long (IRL), 73′ Ward (IRL), 78′ Barzagli (ITA), 87′ Zaza (ITA), 92′ Insigne (ITA)
Espulsi:
Note: recuperi 1’+3′

SHARE