SHARE
Valentino Rossi in conferenza stampa - Fonte: Twitter @MotoGP
Valentino Rossi in conferenza stampa - Fonte: Twitter @MotoGP
Valentino Rossi – Fonte: Twitter @MotoGP

A pochi giorni dal gran premio di Assen di MotoGP, Valentino Rossi suona la carica. Il Dottore crede nella decima affermazione in carriera sul tracciato olandese, ma soprattutto nella corsa al titolo mondiale.

Quello che si appresta a sfrecciare a tutta velocità sul circuito di Assen, è un Valentino Rossi galvanizzato dal trionfo di Barcellona. Una vittoria sontuosa che ha fatto drizzare le antenne ai rivali nella corsa al titolo mondiale e che consente al Dottore di approcciare nel migliore dei modi l’attesissimo week end olandese. Il punto di forza di Rossi resta la velocità in gara, come lui stesso ha confermato: “L’importante è essere veloce alle due della domenica pomeriggio: questo ho pensato in tutta la mia carriera. L’anno scorso ho lottato per il titolo fino all’ultima gara, ma a volte in gara non ero veloce come Lorenzo e Marquez. Quest’anno mi sembra di essere più forte, anche se ho meno punti”. Dopo un inizio complicato per tutti i piloti, la situazione con le gomme Michelin sembra evolversi in positivo: “È un buon momento, mi piace la mia moto, la Yamaha è molto competitiva. E mi piace molto il pneumatico Michelin perché è l’ho usato molto in carriera, quindi mi è familiare”.

Valentino Rossi giunge sul circuito definito “L’università del motociclismo” in perfette condizioni psicofisiche, pronto a dare battaglia ai suoi principali avversari: “Ad ogni gara questo Mondiale diventa più combattuto, impegnativo ed interessante. Ho approfittato di questa breve pausa per riposare un po’ e ora sono pronto per la prossima gara”. Assen è una delle sue piste preferite, dove ha già vinto 9 volte in carriera: “Amo Assen, è una delle mie piste preferite, ma questo non significa nulla, perché ogni gara quest’anno è molto aperta ed incerta. Non ci resta che rimanere concentrati, cercare di lavorare nel miglior modo possibile e vedere cosa succede. A Barcellona abbiamo avuto una buona gara e anche il test è andato bene»

SHARE