SHARE
Giorgio Chiellini in conferenza stampa
Giorgio Chiellini in conferenza stampa
Giorgio Chiellini in conferenza stampa
Giorgio Chiellini in conferenza stampa

Chiellini in conferenza stampa parla di Brexit: “Effetto domino preoccupa”. Poi pensa a Italia-Spagna: “Loro sono la nostra bestia nera”.

E’ un Giorgio Chiellini a “tuttotondo” quello che si è presentato questo pomeriggio in conferenza stampa. Dalla sfida degli ottavi di finale Italia-Spagna, fino alla Brexit, il centrale azzurro ha detto la sua forte anche delle sue conoscenze in materia (laureato in Economia a Pisa): “Ci ha shockato tutti stamane, ieri siamo andati a dormire pensando che la Gran Bretagna restasse nell’Unione Europea. Credo che la preoccupazione maggiore sia per l’effetto domino che possa causare questa scelta. Non credo che questo aspetto possa cambiare l’economia, ma l’unica preoccupazione possono essere eventuali referendum degli altri Stati”.

CHIELLINI CONFERENZA STAMPA Il potente difensore bianconero ha spiegato su Italia-Spagna: “La Spagna è la nostra bestia nera dal 2008, l’inizio del loro ciclo d’oro è coincisa con la vittoria contro di noi a Vienna. Ad Euro 2012 non eravamo in grado di sfidarla, non avevamo avuto modo di recuperare dalla gara contro la Germania. Abbiamo perso due volte ai rigori. A Fortaleza in Confederations Cup avremmo meritato noi. La gara sarà così anche lunedì, la vedo equilibrata dove il dettaglio può fare la differenza. C’è rispetto reciproco, sarà une bella gara. Peccato che sarà agli ottavi, ma sarà stimolante”.

Ritornando al tema di giornata: “C’è dispiacere per la Brexit a prescindere per quello che potrebbe cambiare per noi. Non sono convinto che l’Italia possa sostenere l’uscita dall’Europa”. Chiellini commenta poi gli altri ottavi: “Alcuni incroci sono più difficili. A volte dipende dal caso. Noi eravamo dati per secondi, bisognava però sistemare meglio i quarti di finale. Servirebbe maggiore equità, c’è tanta casualità in una parte del tabellone dove ci sono le grandi nazionali che si scontreranno tra di loro. Dall’altra parte ci sono le nuove realtà più il Portogallo, ma sarà bello vedere tante nazioni affacciarsi a gare importanti”.

Sul match contro gli iberici, la difesa sarà fondamentale: “La nostra difesa certamente è un punto di forza dell’Italia. Giochiamo da anni insieme, non dobbiamo fare bene solo il nostro mestiere ma dare anche sicurezza ai compagni intorno a noi sia a livello di personalità che a livello tecnico – aggiunge Chiellini – La più forte? Quella che vince, come Cannavaro e Materazzi nella finale del Mondiale. Tutti ricordano di Marco perchè fece bene, poi c’era Nesta che ha fatto la storia del calcio. Sappiamo quanto è difficile, ma la nostra forza deve essere l’umiltà e il navigare a vista”.

Chiosa sul calciomercato e il caso Morata, Chiellini spiega: “E’ un ragazzo speciale, con dispiacere lo saluto ma sono felice per lui. Spero che possa restare al Real Madrid. Merita di essere il centravanti della Spagna e del Real, dispiacerebbe se fosse usato come merce di scambio. Non lo merita, tiene tanto al Real. Non vedo come non possa giocare al Real per dieci anni. Ha doti incredibili e un ampio margine di miglioramento. In questi due anni è cresciuto tanto a livello tattico e umano. Quando arrivò era un bambino, non era considerato un ragazzo da prima squadra. L’abbiamo aiutato a crescere giorno dopo giorno, la generosità è una sua grande dote”.

Stefano Mastini 

SHARE