SHARE
Thomas Meunier in azione con il Belgio

 

Thomas Meunier in azione con il Belgio
Thomas Meunier in azione con il Belgio

In questi giorni il Napoli sembra la squadra più accreditata a prenderlo, e da parte sua sembra ci sia stata una apertura nei confronti della piazza azzurra: stiamo parlando di Thomas Meunier, difensore del Bruges e della Nazionale belga con la quale sta attualmente disputando gli Europei 2016 in Francia, ritagliandosi visibilità e spazi importanti. Il giocatore in questione è un terzino destro di 24 anni, dall’età dunque non certo verdissima ma nemmeno avanzata. Possiamo ritenere semmai che Meunier sia entrato in quella fase della carriera dove è più consigliabile tentare un salto in avanti, cimentandosi con un calcio più competitivo di quello belga.

I PUNTI DI FORZA – Meunier, assistito in Italia dall’agente Franco Iovine, è un gigante di 1.90 cm per 88 kg che però esprime il meglio di se sul lato destro sia in posizione arretrata che a centrocampo. Tra le sue doti spicca il tocco delicato e preciso nei cross unito ad un’ottima tecnica, retaggio di un passato che ai primordi calcistici lo vide impegnato inizialmente nel ruolo di attaccante. Ed ancora più evidenti sono i mezzi fisici ed atletici, che ne fanno un instancabile locomotiva su e giù per la fascia. Il campionato di Meunier dal punto di vista individuale è stato molto buono, con 6 gol ed altrettanti assist nelle 42 partite ufficiali giocate con il Bruges, con cui ha in essere un contratto che scadrà il 30 giugno 2020 dopo averlo rinnovato ad inizio 2015. Dal punto di vista caratteriale mostra determinazione e l’esperienza necessaria ad affrontare più ambiziosi palcoscenici, dopo quasi 150 partite ufficiali nel Bruges e 14 match equamente divisi tra Belgio Under 21 e Nazionale maggiore.

CHI LO CERCA – Se da una parte questo sembra dare in apparenza forza e ragione al Bruges in sede di trattativa, molto dell’opera potrebbe farlo però la volontà dello stesso giocatore, il quale sa di avere mercato soprattutto in Inghilterra ed Italia. Nella Serie A in particolare lo stanno seguendo il Napoli, come già detto, ed il Torino, che in lui ha individuato il sostituto perfetto del partente Bruno Peres. Occhio però anche alla concorrenza del Paris Saint-Germain, che ha perso Gregory van der Wiel a parametro zero ed è alla ricerca di un sostituto, individuato tra gli altri proprio in Meunier, il cui prezzo per ora rimane fermo sui 7 milioni di euro, cifra relativamente bassa, ma che salirà inevitabilmente verso l’alto se dovesse arrivare un’altra buona prova dopo quelle messe in mostra contro Svezia e soprattutto Irlanda.

CHI CI RICORDA – Rispetto ad Elseid Hysaj e Bruno Peres, dei quali potrebbe essere rispettivamente il concorrente in azzurro od il sostituto in granata, Meunier, quando le circostanze lo richiedono, lavora più facendosi leva sulle doti fisiche e nel cercare di vincere di conseguenza i duelli individuali. In comune con l’albanese ed il brasiliano ha ottima resistenza, grande capacità di corsa e la rapidità sia sulle brevi che sulle lunghe distanze, che sfrutta sempre unitamente al dribbling. Tatticamente si andrebbe ad inserire meglio nel Napoli, con il quale il Bruges ha condiviso il modulo quest’anno, un 4-3-3 a trazione offensiva con i due terzini deputati principalmente a duettare con gli esterni avanzati e le mezzali e ad accompagnare il gioco in fase propositiva.

 

SHARE