SHARE
Fabio Capello presente alla kermesse Football Leader
Fabio Capello presente alla kermesse Football Leader
Fabio Capello presente alla kermesse Football Leader
Fabio Capello presente alla kermesse Football Leader

La tecnica degli spagnoli è superiore, ma Capello confida nell’Italia: “Abbiamo un senso tattico diverso e siamo imbattibili nelle ripartenze”

Sempre più vicina la sfida tra Italia e Spagna, finaliste dell’ultima edizione degli Europei, che questa volta però si sfideranno per accedere ai quarti di finale. Rispetto a quattro anni fa sono cambiate molte cose: la Spagna si è rinnovata al livello di gioco ed ha sostituito alcuni degli elementi fondamentali di quella formazione che aveva vinto tutto quello che c’era da vincere; l’Italia, dopo la pessima uscita al mondiale brasiliano, ha cambiato allenatore e modo di giocare. Il match sarà sicuramente uno dei più interessanti di questa fase dell’Europeo e negli ultimi giorni si stanno sprecando le possibili letture ed interpretazioni tattiche riguardo alla partita ed anche Fabio Capello ha espresso la sua idea.

TIKI TAKA – L’ex Ct della Russia ha voluto analizzare la partita partendo da un elemento fondamentale per le Furie Rosse: il tiki-taka. La selezione spagnola negli anni passati ha dominato la scena internazionale calcistica attraverso questo tipo di gioco, ma alcuni si chiedono se possa essere ancora un punto di riferimento per la Spagna da cui ripartire: “Sicuramente non lo è per l’Italia. Questo sistema è nato nel Barcellona, ma pochi hanno i giocatori del Barça. Aragonés lo ha portato in nazionale, Del Bosque l’ha perfezionato. Ma non è un esempio che dobbiamo seguire, abbiamo da sempre altre caratteristiche.”

TATTICA ITALIA – L’Italia, come spiega Fabio Capello, non è adatta per il tiki-taka e per quel tipo di gioco che ha reso grande la Spagna. Secondo l’ex allenatore di Roma, Juventus e Milan, infatti, la Nazionale di Antonio Conte ha ben altre caratteristiche e su quelle deve puntare per poter andare avanti: “Tecnicamente non siamo al livello degli spagnoli, però abbiamo un diverso senso tattico, sappiamo verticalizzare rapidamente e siamo imbattibili quando ripartiamo. Conte ha creato un impianto che esalta queste caratteristiche”.

SHARE