SHARE
Corentin Tolisso centrocampista del Lione Fonte - Account Twitter @Corentin Tolisso
Corentin Tolisso centrocampista del Lione Fonte - Account Twitter @Corentin Tolisso
Corentin Tolisso centrocampista del Lione Fonte – Account Twitter @Corentin Tolisso

Bruno Genesio, tecnico del Lione, blocca Tolisso, obiettivo del Napoli in chiave mercato: queste le parole dell’allenatore.

“Sto lavorando per voi, state tranquilli che faremo un bellissimo campionato. Gli acquisti vanno centellinati, verificati. Se non trovo calciatori diversi non prendo doppioni, sto valutando attentamente ogni nome, ogni trattativa. L’ultima offerta che ho fatto è stata per Tolisso. Altissima, molto più di quella di cui scrivono i giornali. Il ragazzo ha qualità importanti che nel futuro dei prossimi 5 anni ci possono essere molto utili, ma se lui non vuol venire è un problema suo, non posso puntargli una pistola alla testa. Se Aulas decide che non è vendibile, non mi strappo i capelli. Cosa posso fare?”, erano state queste le parole del presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis che, intervenuto ieri a Radio Kiss Kiss Napoli, ha analizzato alcune dinamiche di calciomercato: da Lapadula al Milan, passando per la questione Immobile e, appunto, palesando il forte interesse per il centrocampista del Lione.

Non è un mistero, Corentin Tolisso è tra i primi obiettivi per il nuovo centrocampo azzurro di Maurizio Sarri. La notizia è arrivata anche in Francia, soprattutto dopo le esternazioni del presidente del Napoli, che ha parlato di un’offerta vera e concreta in direzione Lione per portare in azzurro il giovane centrocampista classe 1994. Intanto, ai microfoni di Le Progress, a dire la sua è stato il tecnico del Lione Bruno Genesio, che ha parlato delle voci di mercato in casa rossoblu, chiarendo la situazione riguardo la questione Tolisso, ma anche quella di Lacazette, per il quale il West Ham è pronto a fare follie. Queste le dichiarazioni del tecnico Genesio: “Non voglio che Tolisso e Lacazette partano, giusto per citare i due nomi principali. Il club non ha bisogno di vendere, anche se il mercato è lungo”. L’allenatore francese, dunque, chiude alle cessioni eccellenti: il Lione non ha bisogno di vendere, soprattutto se si parla dei suoi giocatori migliori. Trattativa complicata già in partenza, dunque, per il club azzurro, che prende atto delle dichiarazioni del tecnico francese e continua a lavorare a fari spenti.

SHARE