SHARE

morata spagna mdc

Alvaro Morata ha parlato alla vigilia di Italia-Spagna, partita che contrapporrà gli azzurri e le ‘Furie Rosse’ domani a Parigi alle ore 18:00 negli ottavi di finale di Euro 2016. In casa iberica c’è tanta cautela mista a rispetto nei confronti degli uomini di conte, con il ct Vicente Del Bosque che in conferenza stampa di presentazione ha affermato: “Domani non finirà come nella finale di Euro 2012”.

Con Del Bosque ha presenziato davanti ai giornalisti proprio Morata, che ha affermato: “L’Italia sa difendere molto bene, è una tra le squadre migliori al mondo sotto l’aspetto della tattica. Per noi della Spagna sarà un avversario molto difficile da fronteggiare ma noi del resto possiamo contare su tanti grandissimi calciatori. Sappiamo che dovremo fare i conti con una delle difese più forti del mondo, però le soluzioni offensive per fare gol non ci mancano e domani dovremo farne uno in più degli azzurri. Personalmente penso di essere migliorato come calciatore grazie alla mia esperienza nella Serie A italiana, proprio perché mi sono misurato contro delle retroguardie di livello”.

Morata continua: “Se l’Italia dovesse trovare il modo di segnare sarà difficile per noi trovare la via del pareggio, ma a questo aspetto non pensiamo. Di certo siamo dotati delle qualità giuste per poter vincere la gara, se giocheremo il calcio che sappiamo. L’addio alla Juventus? Tutti in Italia mi hanno aiutato, avevo bisogno di tutti, specialmente agli inizi. Non conoscevo la città di Torino ed anche relativamente alle cose di campo, l’aspetto tattico era tutto nuovo per me. Sarò grato a tutti coloro che mi hanno perfezionato. Ho letto tantissimi attestati di affetto da parte dei tifosi bianconeri, e mi dispiace doverci separare. Purtroppo il calcio è anche questo e bisogna andare avanti”.

Morata ieri aveva anche scherzato a proposito dei suoi ormai ex compagni di squadra alla Juve che affronterà domani.

Buffon: “Morata non sa quanto è forte”.

Barzagli: “Morata? In campo non ci sono amici”.

 

SHARE