SHARE

Edicola mattutina di Maidirecalcio: ecco la rassegna stampa con i principali quotidiani sportivi italiani di lunedì 27 giugno 2016.

La rassegna stampa di oggi ha un denominatore comune e non poteva essere altrimenti: la sfida di questa sera tra l’Italia e la Spagna, valida per gli ottavi di finale di Euro 2016. I quotidiani sportivi credono nell’impresa e provano a spingere l’Italia di Conte verso i quarti di finale dove si troverebbe di fronte un altro ostacolo difficilissimo, ovvero la Germania campione del mondo.

Iniziamo con “La Gazzetta dello Sport” che continua nella sua campagna in favore della maglia azzurra, dopo la richiesta di Conte di creare un muro azzurro allo stadio. E’ infatti proprio la maglia della nostra nazionale a campeggiare in prima pagina sul quotidiano rosa insieme a diverse foto di tanti tifosi. Nessuna illusione per la Gazzetta, che da la Spagna favorita ma riporta le parole del commissario tecnico che annuncia che “l’Italia non è andata agli Europei per fare la comparsa”. Il pericolo numero uno è Iniesta, che va arginato per bloccare le mente del gioco degli iberici e per fare ciò sarà importante il ruolo dei centrocampisti italiani. Spazio anche alle altre partite dell’Europeo con il passaggio ai quarti di Francia, Germania e Belgio che hanno rispettato i pronostici. Sul “Corriere dello Sport” altro incitamento per l’Italia e anche qui risuonano le parole di Conte, che crede fortemente nell’impresa. Capitolo formazione: sicuro titolare Florenzi, mentre per sostituire Candreva prosegue il ballottaggio tra De Sciglio e Darmian. Il piano dell’ex allenatore della Juventus è chiaro: va fermato Iniesta e non bisogna sbagliare niente in difesa. Oltre alle altre sfide di Euro 2016, in cui si celebra Griezmann, c’è anche una notizia di club con Brocchi che ha rimesso il suo mandato di allenatore del Milan nella mani di Berlusconi, che però gli ha chiesto di aspettare ancora qualche giorno. Chiudiamo la rassegna con “Tuttosport” che titola in prima pagina “agghiaciamoli” storpiando le parole del ct Conte in una conferenza stampa ormai divenuta celebre. Secondo il quotidiano torinese, la partita arriva nel momento giusto per cancellare l’onta della finale del 2012 e andare a incontrare la Germania, di cui siamo la bestia nera.

 

SHARE