SHARE

thohir zanetti

Il presidente della Pirelli Marco Tronchetti Provera, storico partner della società nerazzurra, è pronto a discutere con la nuova dirigenza

Tra i temi caldi che la nuova dirigenza dell’Inter dovrà discernere nell’immediato futuro, magari a partire già dalla assemblea dei nuovi soci di domani, sarà la storica partnership con la Pirelli. Ospite alla trasmissione Politica nel pallone, su Gr Parlamento, il presidente Marco Tronchetti Provera ha parlato dell’Inter, del ruolo che potrebbe coprire la sua azienda nel futuro cinese nerazzurro e delle stagioni con Erick Thohir.

UN REGISTA PER VINCERE – “Manca poco all’Inter per avvicinarsi allo scudetto, vediamo se con i nuovi acquisti verrà rafforzato il centrocampo. Da tifoso e innamorato del calcio mi auguro sempre che un grande campione ci sia anche all’Inter. Ci sono ottimi giocatori, ma quello che fa sognare lo vogliamo sempre avere. Fino a sei anni fa la lista era lunga, ma prima c’erano giocatori come Figo, Baggio, ancora prima, Recoba. Agli Europei Perisic ha giocato bene, il potenziale nella squadra c’è. Con una regia illuminata penso possa diventare una squadra fortissima”.

IL FUTURO – “Se verrà ridiscusso il rapporto tra Inter e Pirelli? Abbiamo ovviamente il diritto di fare delle scelte in caso di cambio di proprietà, ma mi auguro ci sia coincidenza di obiettivi. Le basi perché la collaborazione possa continuare ci sono, se viene confermato il progetto non vedo le ragioni per non continuare. Ne parleremo proprio in questi giorni con Zhang, i piani li vedremo nei prossimi giorni: credo anch’io che sia una grossa opportunità”.

ERA THOHIR – “Thohir ha avuto un ruolo di transizione, l’importante è che la squadra finisca in mani solide e abbia un progetto lungo termine. Sembra da quanto hanno dichiarato in conferenza stampa, che il gruppo Suning abbia intenzione di impegnarsi seriamente nel mondo del calcio. Mi auguro abbia una forte radice in Italia e in Europa, se questa è la loro volontà può diventare una bellissima avventura”.

SHARE