SHARE
Dani Alves presentato dalla Juventus
Dani Alves presentato dalla Juventus
Dani Alves presentato dalla Juventus
Dani Alves presentato dalla Juventus

Dani Alves galvanizza la Vecchia Signora: “All’estero il calcio italiano è la Juventus. Ha una storia importante e voglio farne parte”.

“E’ un grande onore essere qui, entrare a fare parte di questa squadra. Mi piace sognare insieme a grandi giocatori. La Juve ha un grande sogno e io voglio aiutarla a farlo diventare realtà“. Sono state queste le prima parole “bianconere” di Dani Alves. L’ex laterale del Barcellona è approdato a Torino appena due giorni fa, mentre ieri ha firmato il contratto che lo legherà alla Vecchia Signora per le prossime due stagioni.

BENVENUTO DANI ALVES Spiega il terzino verdeoro: “La Juventus è tanto tempo che non vince la Champions. Da anni è leader in Italia ma in Europa ha voglia di trionfare come in Serie A. Ha una storia importante e voglio anche io farne parte. Penso sarà un’esperienza interessante, vivere in un altro paese è un altro tipo di calcio. Ho scelto il numero 23 come maglia per Lebron James“.

Sull’obiettivo Champions League: “Vedremo di risolvere quello che manca a livello europeo. È una competizione in cui non basta avere buoni giocatori, ma bisogna saper affrontarla nel modo giusto. Se ci manca qualcosa a partire da adesso cercheremo di risolverlo, così da poter dimostrare che valiamo”. Sul suo passato Dani Alves ricorda il perchè del suo arrivo a Torino: “La Juventus è una squadra che ha voglia di reinventarsi. All’estero il calcio italiano è la Juventus. Vengo qui con questa grande voglia e gioia. Non mi piace fare la stessa cosa per tutta la vita, ad un punto mi stufo ed ecco perché ho deciso di cambiare. Ringrazio quindi la Juve per avermi dato questa possibilità. Ci divertiremmo tanto. Sono uno che si allena, che lavora molto. Non mi ritengo una stella del calcio”.

Sui singoli bianconeri, Dani Alves è certo: “La Juventus fa un grande lavoro di studio sui giocatori che sceglie, devono rientrare in una situazione di squadra. Ci sono state tante squadre che mi hanno contattato, ma se la Juve mi ha scelto vuol dire che sa cosa posso dare”. E ancora: “Pogba? Credo sia un giocatore importante, salvo qualche novità lo avrò come compagno. Ci sono altri giocatori importanti in questa squadra e sono contentissimo di poter condividere con loro questa nuova stagione. Gli obiettivi si raggiungono grazie all’unione di tutti”.

Chiosa finale del brasiliano: “Messi? Nulla diminuirà la grandezza di questo giocatore. Sa cosa rappresenta per il calcio. Ogni storia tuttavia ha la sua fine, e ciascuno deve scegliere quando farla arrivare. Farò di tutto per fare anche qui la storia“.

Stefano Mastini 

SHARE