SHARE
Kamil Glik vicinissimo al Monaco
Kamil Glik vicinissimo al Monaco

Kamil Glik vicinissimo al Monaco

Il Torino lavora in uscita, saluta capitan Glik: è ufficiale il trasferimento del difensore polacco nel Principato di Monaco.

Protagonista con la sua nazionale all’Europeo di Francia, Kamil Glik è presto diventato uomo mercato del Torino. La squadra maggiormente interessata al granitico difensore polacco è stata sin da subito il Monaco, che è riuscito a far suo il classe ’88: ora è ufficiale il trasferimento di Kamil Glik  nel principato di Monaco. Il club francese, da tempo sul giocatore, ha intensificato i contatti con il club granata e con l’entourage del calciatore proprio durante la manifestazione francese, che ha visto protagonista il difensore con la sua sorprendente Polonia. Gagliarda nel gioco offensivo quanto attenta in fase difensiva: il primo gol incassato dalla selezione del ct Nawalka è arrivato solo nel match contro la Svizzera, valido per gli ottavi di finale di questi Europei. Merito del reparto, ma soprattutto del suo difensore più valido, Kamil Glik. Il capitano granata lascia Torino dopo cinque stagioni: nel 2011 il suo arrivo in Piemonte, con il club in Serie B, conquistando subito la promozione in massima serie. Capitano dal 2013, ottiene da leader indiscusso la qualificazione all’Europa League con il suo Torino e con Giampiero Ventura in panchina. Nello scorso dicembre il rinnovo con i granata fino al 2020, oggi la sua partenza destinazione Monaco diventa ufficiale: Glik lascia Torino dopo 171 presenze, 13 gol e 6 assist.

L’accordo è arrivato dopo i contatti delle ultime ore, il club del Principato di Monaco ha versato 10 milioni di euro nelle casse del società del presidente Urbano Cairo. Glik saluta tutti dopo cinque anni belli e intensi, lo aspetta la nuova avventura in Ligue1. Il giocatore ha annunciato la  sua scelta tramite il portale polacco Przeglad Sportowy: “Quella del Monaco è stata l’offerta migliore sia per me che per il Torino. C’è stata anche un’offerta del Besiktas ma l’offerta non era conveniente per il club, per cui ho abbandonato la trattativa. Dopo cinque anni al Torino è ora di pensare al futuro. Avevo bisogno di cambiare e poi il Monaco giocherà i preliminari di Champions League”.

SHARE