SHARE
Juric
Juric contro il Modena (Foto Facebook ufficiale FC Crotone @Lapresse)
Juric
Juric contro il Modena (Foto Facebook ufficiale FC Crotone @Lapresse)

Juric è ufficialmente da un paio di giorni il nuovo allenatore del Genoa, ma il suo addio al Crotone è stato tutt’altro che amichevole.

Mai banale, spesso sopra le righe ed ora anche un tecnico vincente. Parliamo dell’allenatore croato Ivan Juric che ha stupito tutti con un’annata di Serie B alla guida del Crotone da protagonista assoluto, culminata con la storica promozione in Serie A dei Pitagorici. Un traguardo impensabile ad inizio stagione che ha esaltato le qualità del tecnico croato che ha però già interrotto la sua avventura calabrese per tornare al Genoa, società nella quale era già stato da calciatore. Da un paio di giorni è infatti nota la nuova destinazione di Juric che in un’intervista ai microfoni di Sportske Novosti ha parlato del suo ritorno in Liguria alla corte del presidente Preziosi: “In passato ho avuto dei problemi con Preziosi ma il tempo ha guarito tutte le ferite e reso possibile una nuova collaborazione. Ora il nostro rapporto è ottimo e mi ha fatto piacere esser stato voluto da lui”.

ADDIO CROTONE – La separazione con il Crotone, nonostante la splendida promozione, non è stata però delle più amichevoli come rivelato dallo stesso Juric: “C’è stata grande resistenza da parte loro, in quanto si sono resi conto che volevo fare un passo in avanti per la mia carriera e questo a prescindere dal denaro. Sono stati molto scortesi, non mi aspettavo questo tipo di atteggiamento da parte dei dirigenti. Capisco che erano delusi, ma..”

MERCATO – Juric prosegue poi parlando del mercato rossoblu: “Spero che dieci o dodici giocatori restino e che ne arrivino altri quattro o cinque. Rinforzi croati? I giocatori che mi piacciono costano troppo, penso a Pjaca e Rog. In Italia sono tutti pazzi per Pjaca. Avevamo un accordo per Lapadula il Milan però è riuscito a strapparcelo. Conte è un grande. La sua Italia è la più debole forse degli ultimi 20 anni eppure gioca bene ed ha battuto Belgio e Spagna. Sta giocando un grande Europeo”.

SHARE