SHARE
Andros Townsend / Fonte: Twitter ufficiale Crystal Palace
Andros Townsend / Fonte: Twitter ufficiale Crystal Palace
Andros Townsend / Fonte: Twitter ufficiale Crystal Palace

Il Crystal Palace si prepara per la prossima stagione sborsando ben 13 milioni di sterline per Andros Townsend in arrivo dal Newcastle

Con l’apertura ufficiale del calciomercato i primi club cominciano a mettere a segno colpi più o meno importanti. La Premier League però sembra partire piuttosto forte come al solito, rinvigorita da un accordo di circa 7 miliardi di euro in quanto a diritti televisivi. Dopo Nolito ufficializzato dal Manchester City di Pep Guardiola e l’addio di Falcao, Pato e Amelia al Chelsea anche il Crystal Palace fa un importante annuncio. Nella giornata di oggi è infatti arrivato Andros Townsend, esterno di centrocampo che era di proprietà del Newcastle di Rafa Benitez, retrocesso però in Championship.

Il giocatore inglese infatti, era passato dal Tottenham al Newcastle nel mercato invernale di questo 2016, per una cifra di circa 16 milioni di euro. Nonostante le sue prestazioni positive però i Magpies non sono riusciti a salvarsi, scendendo clamorosamente in Championsip. Questo fattore è stato quindi determinante per l’addio dell’esterno britannico, sicuramente adatto a giocare per palcoscenici più importanti di quelli della ‘serie inferiore’. Arriva così l’occasione Crystal Palace, formazione giovane, ma soprattutto capace di costruire rose di qualità a cifre modiche. La formazione allenata da Alan Pardew è arrivata addirittura in finale di FA Cup, persa poi contro il Manchester United, dimostrando tutta la sua solidità. Il Newcastle però non ha voluto perdere soldi, con il valore del giocatore pressoché invariato: il trasferimento è infatti costato ai londinesi esattamente 13 milioni di sterline, così come la cifra spesa dai Magpies a gennaio. “Sapevo dell’interesse del club – ha dichiarato Townsend dopo la firma del contratto – per un paio di settimane. E’ stata una decisione estremamente difficile quella di lasciare il Newcastle e ci ho messo circa un mese, ma quando ho preso questa decisione volevo scegliere la miglior opzione per me in questo momento della mia carriera”.