SHARE

del bosque dimissioni mdc

Vicente Del Bosque lascerà la nazionale spagnola, ma prima decide di ‘redarguire’ uno dei suoi giocatori più importanti: Casillas

La Spagna, dopo il clamoroso tonfo nel mondiale di Brasile 2014, è uscita agli ottavi di finale da Euro 2016, perdendo per 2 a 0 contro l’Italia. Chiellini e Pellè hanno quindi sancito la fine dell’avventura di Vicente del Bosque sulla panchina della Nazionale. Media e addetti al lavoro pensavano infatti che le dimissioni del commissario tecnico fossero frutto della debacle maturata contro gli Azzurri. A Radio Onda Cero però Del Bosque ha voluto chiarire il tutto: “Non c’è nessuna possibilità di continuare, la decisione è stata presa da tempo. Villar (presidente della RFEF, ndr)conosce la mia decisione da parecchio, anche se avessimo battuto l’Italia non sarebbe cambiato nulla. Aiuterò la federazione con un altro ruolo”.

Prima di intraprendere una nuova avventura in carriera però Del Bosque ha voluto togliersi un importante ‘sassolino’ dalla scarpa. In questa competizione infatti l’impiego e la scelta dei portieri è stata molto contestata. Non è una novità che dopo l’addio al Real Madrid e l’approdo al Porto la carriera di Iker Casillas sia leggermente in declino, con De Gea nettamente più in forma. L’estremo difensore del Manchester United è stato quindi scelto come titolare della competizione, ma in alcuni casi contestato, sia in occasione della sconfitta contro la Croazia e poi contro l’Italia. Casillas però sembra non essersi comportato benissimo durante l’avventura francese: “Con i compagni si comporta bene – dichiara a Radio Cadena Ser – però con lo staff tecnico così così. Per questo l’unico a cui non ho mandato un messaggio è stato Casillas. Non si è comportato male con me, però con alcuni sì. Sì è arrabbiato solo con noi, anche se lo conosco da anni e provo affetto per lui”.

SHARE