SHARE
Germania
La Germania festeggia (Foto: Twitter ufficiale UEFA EURO 2016)
Germania
La Germania festeggia (Foto: Twitter ufficiale UEFA EURO 2016)

Le parole del tecnico tedesco Joachim Löw alla vigilia della sfida contro l’Italia. Profilo basso e tanti complimenti alla Nazionale Azzurra

Alla vigilia dell’attesissimo quarto di finale tra Germania-Italia, il tecnico dei tedeschi Joachim Löw ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano Bild, che solo pochi giorni fa aveva pubblicato una lista di 7 motivi per cui la Germania avrebbe battuto l’Italia. Consapevole della propria forza, e di avere tra le mani probabilmente la squadra a livello di nazionali più forti del mondo, Löw sceglie un profilo basso, esaltando le qualità degli Azzurri.

QUATTRO ANNI DOPO – “Se 4 anni fa avessimo vinto in semifinale, poi avremmo battuto anche la Spagna in finale, ne sono certo. Abbiamo però tratto i giusti insegnamenti da quella sconfitta, importanti anche per la vittoria del mondiale due anni dopo”.

MARIO HULK – “Mai avuti incubi su Mario Balotelli. E’ stato solo un tema mediatico, noi non ce ne siamo mai occupati. La sconfitta di Varsavia però è stata dolorosa, la ferita ha sanguinato per qualche mese”.

FIDUCIA – “L’Italia ha giocato benissimo con la Spagna ma sento che tutti noi siamo molto felici di poter giocare questa partita. Ci siamo preparati bene, sappiamo cosa ci aspetta, sono fiducioso”.

MURO AZZURRO – “È un baluardo. Non sarà facile metterli in difficoltà. L’Italia è l’ostacolo più grande di questo torneo. So che contro questi artisti della difesa non avremo molte palle gol, siamo obbligati a sfruttare quelle poche che capiteranno. Ma proprio in attacco abbiamo grandi qualità, so che anche loro ci rispettano”.

MULLER E FUTURO – “Thomas non ha trovato il gol? Deve continuare così, gli manca solo un po’ di fortuna. Non penso che la gara con l’Italia sia decisiva per il mio destino. Dopo i tornei comunque è giusto tirare le somme, ma per ora penso solo alla partita”.

SHARE