SHARE

robson kanu galles mdc

Nel 3-1 di Galles-Belgio che ha consentito a Gareth Bale e compagni di volare in semifinale contro il Portogallo ad Euro 2016, mandando all’inferno i Diavoli Rossi, spunta anche il nome di Hal Robson-Kanu, attaccante gallese che, come molti esponenti della Nazionale guidata da Chris Coleman, vede una storia calcistica ed in questo caso anche personale che inizia lontano dai confini della Terra dei Dragoni.

LA CARRIERA – Robson-Kanu è nato infatti a Londra il 21 maggio 1989 ed il cognome rimanda alle origini nigeriane della famiglia. Cresciuto nell’Academy dell’Arsenal, nel 2007 viene mollato dai Gunners e passa così al Reading, portato lì da Brendan Rodgers. Diventa un professionista proprio grazie ai Royals e si accasa in prestito nelle serie minori inglesi, prima al Southen United e poi allo Swindon Town. Il Reading lo riaccoglie nel 2009 relegandolo al ruolo di riserva nel primo campionato giocato in biancoblu salvo poi diventare sempre più importante, per arrivare ad essere protagonista nella vittoriosa cavalcata che nel 2011/2012 porterà la squadra in Premier League. Nel massimo campionato inglese debutta nella stagione 2012/2013 e complessivamente con la maglia del Reading, Robson-Kanu segnerà 30 gol in 228 partite, prima di svincolarsi a parametro zero.

CHI MI VUOLE? – Attualmente infatti Robson-Kanu è senza squadra, ma l’eccellente Europeo giocato al fianco di Bale e Ramsey contribuirà di certo a trovargli presto una buona sistemazione. L’attaccante londinese è dotato di un fisico imponente (1,83 cm per 83 kg) che gli consente di poter giocare di potenza soprattutto facendo da rimorchio per i compagni. Nel Galles il commissario tecnico Coleman lo apprezza molto proprio per la sua bravura nel saper giostrare spalle alla porta e creare spazi, facendo da esca per i difensori centrali avversari. L’aspetto realizzativo viene dopo. La storia con il Galles di Robson-Kanu è comunque abbastanza recente: prima del 2010 il 27enne giocatore militava nelle giovanili dell’Inghilterra, salvo poi propendere per la bandiera biancoverde del Paese di cui era originaria la nonna materna. Il debutto in Nazionale maggiore è del 23 maggio 2013 in un match contro la Croazia.

CHE STORIA – Il primo dei suoi 4 gol lo segna nel marzo 2013 in un “derby” britannico contro la Scozia, il secondo contro Cipro nell’ottobre 2014. Gli ultimi due, i più pesanti, Robson-Kanu li realizza proprio ad Euro 2016 rispettivamente contro la Slovacchia nella fase a gironi e contro il Belgio ai quarti di finale. Giunto in Francia praticamente da sconosciuto, come buona parte dell’organico del Galles che può annoverare come sole celebrità conclamate Gareth Bale ed Aaron Ramsey, Hal Robson-Kanu è diventato uno dei simboli del gioco collettivo ed organizzato dei suoi, che fa perno sulla determinazione e sui modi “spicci” di giocatori che magari non possiedono mezzi tecnici straordinari ma che fanno dell’aspetto caratteriale l’elemento su cui poter contare per ben figurare. E vivere una favola che, si spera per lui, possa finire il più tardi possibile.

SHARE