SHARE

cuba_usa

Una partita di calcio può sigillare il clima di distensione tra gli Stati Uniti e Cuba. La grande opera diplomatica portata avanti da Barack Obama e Raul Castro troverà conferme positive nell’amichevole fissata per il sette ottobre. Le due nazionali torneranno ad affrontarsi a L’Avana (stadio Predo Marrero) a sessantanove anni dall’ultimo incrocio sul territorio cubano. Un match che farà storia, dunque, con Cuba e Usa in campo nel segno del disgelo. In anni recenti, le due selezioni si erano affrontate in un match di qualificazione ai Mondiali del 2010 in Sudafrica. In quella circostanza furono gli Stati Uniti ad imporsi per 1-0 grazie al gol di Clint Dempsey. Lo scorso anno, invece, durante la Gold Cup, un exploit del solito Dempsey diede vita ad un roboante 6-0. Si trattava di uno scontro ad eliminazione diretta, arrivato ai quarti della competizione organizzata dalla Concacaf. Ovviamente la partita del sette ottobre assume connotati assolutamente diversi, conferisce all’evento un’importanza tale da superare il contesto squisitamente calcistico per abbracciare tematiche politiche ma soprattutto sociali. Si giocherà a L’Avana, capitale di Cuba, in un momento particolarmente importanti per gli equilibri tra i due paesi, di nuovo vicini dopo decenni di incomprensioni e tensioni. Un passato messo forse definitivamente da parte, grazie alla buone intenzioni mostrate dai vertici dei due paesi, promotori dell’atteso riavvicinamento.

Usa-Cuba: le parole di Klinsmann

Tutti felici dunque, compreso Jurgen Klinsmann, commissario tecnico della nazionale a stelle e strisce, ultimamente avvicinato alla panchina della selezione inglese, ormai orfana di Roy Hodgson: “Siamo felici di avere l’opportunità di andare con la nostra squadra a Cuba – ha dichiarato l’allenatore tedesco-. Oltre a essere una sfida molto competitiva, sarà un’opportunità unica per tutto il gruppo della nazionale americana. La nostra intenzione è quella di vivere emozioni nuove e uniche e questa credo sia una di quelle. Saremo parte di un grande spettacolo”.

SHARE