SHARE
Gianluigi Buffon, Italia Euro 2016
Gianluigi Buffon, Italia Euro 2016
Gianluigi Buffon, Italia Euro 2016
Gianluigi Buffon, Italia Euro 2016

Buffon rappresenta l’ultimo ed insuperabile baluardo dell’Italia ma nel 2016 del numero uno azzurro la Germania non porta troppo bene.

L’assoluto punto di forza dell’Italia di Antonio Conte, così come della Juventus di Massimiliano Allegri, è certamente la fase difensiva: un reparto interamente composto da calciatori bianconeri che per coesione, unità di intenti e talento individuale non hanno assolutamente nulla da invidiare ai blasonati colleghi tedeschi. Da Buffon a Neuer, passando per Hummels e Bonucci senza dimenticare Barzagli e Boateng, i duelli difensivi saranno tra le chiavi dell’attesissima Germania-Italia in programma per questa sera a partire dalle 21 al Matmut-Atlantique di Bordeaux. Una super sfida che come sempre profuma di storia quando di fronte si ritrovano Italia e Germania. La Mannschaft guidata in panchina dal solito Joachim Loew arriva ad Euro 2016 da favorita in virtù anche di una rosa di prim’ordine e di un titolo mondiale conquistato solamente due anni fa in Brasile. Quando i tedeschi incontrano gli italiani nelle fasi finali dei tornei che contano però il trend cambia e il vento comincia a soffiare forte in favore degli azzurri, da sempre vera e propria bestia nera della selezione tedesca. La speranza è dunque che la storia possa ancora una volta ripetersi come accaduto di recente già ad Euro 2012 con la sonora sconfitta inflitta dai ragazzi di Prandelli ad una Germania ritenuta come sempre favorita. I numeri fanno quindi ben sperare se non per un solo dato che vede coinvolto proprio il portierone azzurro Gianluigi Buffon.

MALEDIZIONE TEDESCA – Gigi Buffon nel 2016 ha infatti, soprattutto con la maglia della Juventus, eretto un vero e proprio muro insieme ai compagni di reparto tanto da incassare solamente due reti tra la diciottesima e la trentesima giornata di Serie A. Nel complesso però l’ottimo 2016 del portiere bianconero al momento fa registrare solamente 15 reti subite in 27 gare giocate tra club e nazionale che però portano con se un dato quanto meno allarmante. Ben 10 infatti delle 15 marcature incassate sono made in Germany: 6 nel doppio confronto col Bayern e 4 con la maglia dell’Italia in amichevole contro la Mannschaft.

SHARE