SHARE
Bonucci - Fonte Italia Twitter Ufficiale
Bonucci - Fonte Italia Twitter Ufficiale
Bonucci - Fonte Italia Twitter Ufficiale
Bonucci – Fonte Italia Twitter Ufficiale

Le parole di Leonardo Bonucci al termine della sconfitta della Nazionale contro la Germania

Al termine della sconfitta ai calci di rigore contro la Germania, è uno dei leader della Nazionale Azzurra come Leonardo Bonucci a parare ai microfoni della Rai. Un Bonucci palesemente provato dopo l’eliminazione ai calci di rigore, ma allo stesso tempo lucido per analizzare questo biennio azzurro, più la cavalcata in questi Europei, interrotta solo dopo la lotteria dei calci di rigore.

GRANDI UOMINI – “All’inizio di questa avventura avevamo detto che, nel caso fossimo usciti, dovevamo farlo a testa alta. Nell’arco dei 120 minuti abbiamo tenuto testa alla Germania campione del mondo, e di questo dobbiamo essere orgogliosi. Uscire così fa davvero tanto male ma questi uomini, a cominciare dal ct al presidente, tutti quello che hanno preso parte a questa avventura, sono stati grandi. Hanno messo il cuore in campo, ad ogni allenamento e in ogni partita”

BIENNIO FANTASTICO – “Dobbiamo dire grazie ai tifosi italiani, che ci hanno sempre spinto in ogni occasione. In queste competizioni bisogna fare gruppo, era l’unico modo che avevamo per tenere testa alle altre squadre. Abbiamo battuto il Belgio, abbiamo battuto la Spagna, abbiamo tenuto testa ai campioni del mondo. Chi ha lavorato con questa squadra merita solo applausi, facendo un biennio fantastico. Peccato per questa sera, ma i rigori sono una lotteria anche se noi abbiamo sbagliato tanto. Sono orgoglioso di aver fatto parte di questo gruppo”.

IL RIGORE DI PELLE’ – “Pellè troppo spavaldo dal dischetto? Non lo so, lui ha detto che se la sentiva di calciare e non c’è da dare colpe a nessuno in queste occasioni. Se io avessi segnato dopo l’errore di Schweinsteiger avremmo vinto noi, quindi voglio soffermarmi solo sulle cose positive che ha fatto questa squadra”.

SHARE