SHARE
Lewis Hamilton vince il gp d'Austria di Formula 1 - Fonte: Twitter @F1
Lewis Hamilton vince il gp d'Austria di Formula 1 - Fonte: Twitter @F1
Lewis Hamilton vince il gp d’Austria di Formula 1 – Fonte: Twitter @F1

Lewis Hamilton vince il gran premio d’Austria di Formula 1, al termine di un duello ai limiti del regolamento con il compagno di squadra Nico Rosberg. Il tedesco rompe l’ala anteriore e chiude quarto, scalzato nel finale da Verstappen (2°) e Raikkonen (3°). Out Vettel dopo 29 giri, fatale per lui l’esplosione della gomma posteriore destra sul rettilineo principale. Storico 10° posto per Wehrlein con la Manor.

Nessun contatto alla partenza, con Hamilton che tiene agevolmente la prima posizione mentre Button e Raikkonen beffano Hulkenberg alla prima curva. Alle loro spalle buona partenza per Rosberg e Ricciardo, seguiti a ruota da Verstappen e Vettel. Il campione del mondo in carica cerca di imprimere sin da subito un ritmo elevato alla gara per guadagnare quanto più terreno possibile sul compagno di squadra e sui piloti Ferrari e Red Bull, partiti con gomma più dura. Alle sue spalle Raikkonen impiega qualche passaggio a liberarsi di Button, che una volta sorpassato dal finlandese viene sfilato senza problemi anche dagli altri big per via dei pneumatici usurati. Il primo big ad andare ai box è Nico Rosberg, che un po’ a sorpresa opta per le gomme soft (gialle) mai provate nel fine settimana, forse per tentare di andare fino in fondo nonostante i 60 giri mancanti alla bandiera a scacchi. La mossa di Rosberg viene replicata nei giri successivi dai piloti Red Bull, mentre Hamilton nonostante la grave usura delle gomme ultrasoft prolunga il suo primo stint oltre i 20 giri, emulato dalle Ferrari che però viaggiano con gomma supersoft. Al pit stop il britannico monta gomme dure, ma si ritrova alle spalle del compagno di squadra che nel frattempo aveva recuperato tantissimo martellando record giro dopo giro. Il primo colpo di scena al giro 29, quando Vettel – non ancora rientrato ai box – è costretto al ritiro a causa della posteriore destra esplosa sul rettilineo principale: safety car in pista e distacchi azzerati, con Rosberg a doversi difendere da Hamilton, Verstappen, Ricciardo e Raikkonen.

La Mercedes ha tutto un altro passo e lo dimostra alla ripartenza, guadagnando fino a due secondi al giro sulla concorrenza. La danza dei pit stop non mischia le carte in tavola: i due piloti Mercedes si contendono la vittoria (Rosberg con supersoft, Hamilton con soft) mentre Raikkonen sfida le Red Bull per un posto sul podio. A due giri dal termine Hamilton è negli scarichi di Rosberg, mentre Raikkonen è letteralmente incollato a Verstappen dopo essersi liberato di Ricciardo. L’ultimo giro è da pazzi: Hamilton prende la scia di Rosberg sul rettilineo che porta a curva 2, ma il tedesco lo spinge fuori. il campione del mondo non alza il piede e sfiora ancora il contatto con il compagno di squadra nel rientrare in pista. Ala anteriore rotta per Rosberg e prima posizione per Hamilton, che va a vincere davanti a Verstappen e Raikkonen, mentre Rosberg riesce a condurre la propria vettura al traguardo in quarta posizione. Attese grandi polemiche nel dopo gara, con Rosberg indagato per la manovra pericolosa e per non essersi fermato con macchina seriamente danneggiata.

In classifica Rosberg resta leader con 153 punti, ma Hamilton accorcia salendo a 142. Terza posizione per i due piloti Ferrari, entrambi a quota 96.

Fonte: Twitter @F1
Fonte: Twitter @F1
SHARE