SHARE
Fonte: accout ufficiale facebook @SimoneZaza
Fonte: accout ufficiale facebook @SimoneZaza
Fonte: accout ufficiale facebook @SimoneZaza

Simone Zaza si difende delle critiche che l’hanno trovato dopo l’errore dal dischetto contro la Germania: “Un errore non cancella quanto è stato fatto di buono”.

Non sono state ore facili per Simone Zaza, finito nel mirino di stampa e tifosi dopo l’errore dal dischetto contro la Germania in occasione della sequenza dei calci di rigore. L’attaccante azzurro è stato comunque accolto positivamente all’arrivo della squadra all’aeroporto di Malpensa, dove c’erano molti tifosi festanti. Resta il rammarico per la pessima esecuzione del rigore, finito altissimo sopra la porta difesa da Neuer.

Zaza fatica a trattenere le lacrime e la delusione è evidente sul suo volto, anche se prova a difendersi dall’ondata di critiche e di ironia che si è scatenata nei suoi confronti: “Io ho sempre tirato così i rigori. Ero convinto di poter fare gol e infatti ho spiazzato il portiere, ma purtroppo la palla è andata alta“. L’attaccante della Juventus si dice davvero deluso per questo errore ma invita i tifosi della nazionale a non dimenticarsi dei tanti elementi positivi di questo Europeo: “E’davvero difficile accettare questo errore e ora devo cercare di riprendermi. Però voglio che gli italiani sappiano quanto di buono abbiamo fatto, non è giusto che un singolo episodio cancelli tutto quello che abbiamo dato con il cuore“.

Il centravanti lucano era entrato allo scadere del secondo tempo supplementare proprio per calciare uno dei rigori ma la sua esecuzione è stata disastrosa tanto da mettere in discussione la bontà della scelta di Conte. Il web è insorto nei suoi confronti con insulti anche piuttosto beceri, anche se in molti hanno preso la situazione con ironia e sono diverse le parodie che stanno circolando in queste riguardo la strana rincorsa presa prima di calciare il pallone. Zaza, però, non ha ancora ammortizzato la delusione: “Dispiace perché abbiamo fatto qualcosa di straordinario. Purtroppo non posso farci niente, però sono molto contento di questa incredibile accoglienza all’aeroporto. Significa che i nostri tifosi hanno capito che abbiamo dato tutto e questo mi rende orgoglioso e contento”. Nonostante non siano state molte le presenze collezionate in questa stagione con la maglia della Juventus, l’ex giocatore del Sassuolo ha sempre goduto di grande fiducia da parte di Antonio Conte del quale ne tessa le lodi: “Conte ci ha dato un’impronta importante in questi due anni, con lui siamo andati oltre i limiti delle nostre possibilità e abbiamo fatto di più di quello che era lecito attendersi”. Ma l’era Conte è ormai finita e a breve inizierà quella di Gianpiero Ventura che deciderà se continuare a insistere su Zaza o meno.

SHARE