SHARE
Marco Giampaolo è il nuovo tecnico della Sampdoria. Fonte - Account Twitter @U.C. Sampdoria
Marco Giampaolo è il nuovo tecnico della Sampdoria. Fonte - Account Twitter @U.C. Sampdoria
Marco Giampaolo è il nuovo tecnico della Sampdoria. Fonte – Account Twitter @U.C. Sampdoria

Marco Giampaolo ha l’occasione giusta per diventare grande: con la Sampdoria dovrà confermare quanto di buono visto all’Empoli per meritare una big.

Per anni considerato prima uno dei tecnici più interessanti del panorama calcistico italiano e poi un allenatore perdente, Marco Giampaolo ha trovato la sua rivincita in casa Empoli: portare avanti il lavoro di Sarri era un’impresa più che difficile, eppure la squadra sotto la sua guida ha macinato bel gioco e punti, scrivendo record in Serie A e potendosi vantare di aver sfiorato l’Europa per alcune settimane. Adesso per Giampaolo è arrivato un nuovo cambiato, che probabilmente coincide con la più grande occasione della carriera: fare bene alla Sampdoria potrebbe proiettarlo finalmente nel palcoscenico che i critici avevano pensato per lui anni addietro.

Tante avventure ed altrettante delusioni: l’esonero a Cagliari con il rifiuto di ritornare e l’addio con scomparsa a Brescia, solo per ricordarne alcune. La più grande forse è rappresentata da un avvenimento mai realizzatosi: Giampaolo pareva essere stato scelto per far ripartire la Juventus, poi arrivò Antonio Conte e sappiamo tutti cosa ha riservato il futuro ai bianconeri e al tecnico deluso. Vicino spesse volte a crollare, Giampaolo si è rialzato in maniera più che ottimale. Bisogna ammetterlo: lo scetticismo aleggiava pesantemente sin dal suo arrivo in Toscana, in una squadra che aveva perso il suo Demiurgo e che pareva depotenziata dopo la “dipartita” sportiva di titolari dell’anno precedente come Sepe e Vecino. L’Empoli veniva data come retrocessa certa, ed invece il suo tecnico ha compiuto un mezzo miracolo dopo una partenza di certo non entusiasmante. E invece per i toscani è arrivata una salvezza tranquillissima, all’insegna del bel gioco e della sfrontatezza offensiva.

Probabilmente, la bravura di Giampaolo è stata quella di non sconvolgere i meccanismi precedenti, riferendoci nello specifico alla scorsa stagione. Più in generale, il piglio e le idee del tecnico gli hanno probabilmente consentito di continuare a credere in sé stesso, nonostante i rifiuti, le critiche e i cattivi risultati obiettivamente ottenuti avessero depotenziato la sua figura. Il tecnico sembra aver cambiato squadra in quello che forse è il momento migliore della sua carriera, in termini di risultati e starpower: rivalutato dalla Serie A, vuole dimostrare di poterci stare con un progetto differente. Ora, in un club di tradizione come la Sampdoria, Giampaolo dovrà dare continuità al suo percorso per meritare finalmente una big inseguita una carriera intera. Poteva essere il Milan quest’anno, ma forse sarà meglio aspettare. Magari per provare a capire se quello di Giampaolo è stato un colpo di reni decisivo o solo un canto del cigno prima di una nuova debordante caduta.

SHARE