SHARE
Schweinsteiger
Schweinsteiger goal (Foto: Facebook ufficiale Germany Football Team - Die Mannschaft)
Schweinsteiger
Schweinsteiger goal (Foto: Facebook ufficiale Germany Football Team – Die Mannschaft)

Italia – Germania si è decisa ai calci di rigore e Schweinsteiger svela: “Ho scelto di calciarli sotto la curva dell’Italia perché ho ripensato alla finale di Champions League del 2012”

SCELTA – La Germania ha conquistato l’accesso alla semifinale superando ai calci di rigore l’Italia: i tedeschi se la vedranno con i padroni di casa della Francia. Al termine di una partita difficile e molto tirata contro gli azzurri non sono bastati i novanta minuti e neanche i tempi supplementari per decretare il vincitore della sfida. Il match, infatti, è stato deciso dai calci di rigore che hanno visto trionfare la formazione di Loew. Un episodio, però, ha colpito l’attenzione di chi, da casa, stava guardando il match: nel momento in cui i capitani delle due squadre si sono riuniti insieme al direttore di gara per decidere in quale porta sarebbero stati calciati i rigori, Schweinsteiger ha scelto di calciare sotto la curva dei tifosi italiani. Una scelta insolita quella del capitano tedesco. Abitualmente si preferisce calciare sotto il proprio pubblico per poter sfruttare l’appoggio dei tifosi, ma il centrocampista del Manchester United ha sorpreso tutti, anche il direttore di gara, incredulo al momento della scelta. La singolare decisione ha un motivo ben preciso che lo stesso Schweinsteiger ha chiarito: “Gli italiani erano contenti della mia scelta. Il motivo della mia decisione ha radici profonde. Ho pensato ai rigori del passato. Nel 2012 abbiamo perso la Champions e anche nei giorni scorsi la Svizzera è uscita contro la Polonia calciando sotto i propri tifosi. Per questo ho scelto la curva italiana”.

SCARAMANZIA – A guidare il capitano della Germania è stato, quindi, il passato e le sue precedenti esperienze. A Bastian Schweinsteiger sono tornate in mente le immagini dell’incredibile finale persa ai rigori in casa contro il Chelsea nel 2012 e, a rafforzare la sua convinzione, anche la sconfitta della Svizzera di qualche giorno prima. Una decisione sorprendente che ha, però, consentito ai tedeschi di vincere la sfida contro l’Italia e di spezzare quella maledizione che li vedeva sempre eliminati contro gli azzurri.

SHARE