SHARE
Adriano Galliani, Milan - Fonte account Twitter AC Milan
Adriano Galliani, Milan - Fonte account Twitter AC Milan
Adriano Galliani, Milan - Fonte account Twitter AC Milan
Adriano Galliani, Milan – Fonte account Twitter AC Milan

Adriano Galliani ha parlato alla conferenza stampa di presentazione di Vincenzo Montella, nuovo allenatore del Milan. Tema caldo ovviamente il mercato, con Pjaca primo della lista.

Nel corso della conferenza stampa di presentazione di Vincenzo Montella, non potevano mancare diverse domande ad Adriano Galliani sul mercato rossonero. L’amministratore delegato del Milan ha glissato però quando gli è stato chiesto di Pjaca, obiettivo comune a tanti club d’Europa:”Non mettiamo nulla in piazza. Il mercato è riservato e quindi le chiedo scusa ma non rispondo di mercato. E’ un giocatore importante seguito da molte società. Vediamo, vediamo”. Poi Galliani ha fatto il punto sull’attuale rosa rossonera, che andrà necessariamente sfoltita: “Il Milan al momento potrebbe tenere tutti i calciatori che ha perchè siamo in 29, di cui 4 under 21 quindi rientra nella lista dei 25. Partirà sicuramente qualcuno, ma in teoria potremmo iscriverci al campionato. In un giorno sono partiti Simic e Verdi al 99%”. Nella rosa a disposizione di Montella ci sono parecchi giovani: “Abbiamo la fortuna di avere tanti under 21, abbiamo Donnarumma, Calabria, Romagnoli, Locatelli, Mauri. Una volta eravamo accusati di essere troppo vecchi, ora i giovani li abbiamo. Abbiamo tanti giocatori nel nostro settore giovanile. Approfitto per fare i complimenti a Mattia De Sciglio, che ha disputato un grandissimo europeo. Stiamo creando una squadra giovane e forte che, ripeto, può puntare a qualunque tipo di obiettivo quando avremo finito il mercato. C’è da lavorare, ma siamo partiti bene”.

C’è tanto movimento in casa Milan, ma Galliani ha le idee chiare e prova a fare ordine sulle operazioni chiuse sino ad oggi: “Il mercato in questo momento è molto semplice: Sono arrivati Lapadula e Vangioni, sono rientrati per fine prestito Agazzi, Paletta, Vergara, Matri, Suso e Verdi. E’ stato ceduto El Shaarawy alla Roma. Hanno lasciato cinque giocatori perchè a fine contratto e voglio approfittare per ringraziarli. La rosa è già cambiata e verrà ulteriormente modificata”. L’a.d del Milan ha tutto molto chiaro anche per quel che riguarda le operazioni da qui a fine mercato: “Abbiamo chiaro chi dovrebbe uscire, certamente poi dovremo trovare la squadra che acquisti il giocatore e che il giocatore accetti l’eventuale squadra. E’ difficilissimo trovare una moglie di un calciatore che dica che voglia andare via da Milano. Questo vale anche per quando devi comprare nuovi giocatori. Il brand è fortissimo e la città è conosciuto in tutto il mondo. Nessuno dice no al Milan, è solo un problema economico. Farli partire è più complicato”. Chiusura sul futuro di Mattia De Sciglio, dato da molti come partente: “Non mi ha chiesto di essere ceduto, nessun tipo di richiesta. Lui sta bene, è tornato il De Sciglio che avevamo sempre conosciuto. Ha avuto un periodo più felice. Con la sua cicatrice è più interessante, ha più la faccia da duro e meno da bambino. Mai avuta nessuna richiesta da parte della Juventus. Il Milan non lo cede e la Juventus non ha fatto nessuna richiesta. L’unica squadra che ha chiesto De Sciglio insistemente è il Napoli. Cortesemente gli è stato detto di no. E’ stata l’unica società mondiale”.