SHARE
Diamanti calcia un rigore con l'Italia - FOTO: Wikipedia.it
Diamanti calcia un rigore con l'Italia - FOTO: Wikipedia.it
Diamanti calcia un rigore con l’Italia – FOTO: Wikipedia.it

Alessandro Diamanti è pronto a farsi accogliere da una nuova squadra ma nel frattempo si allena dove ha iniziato la sua carriera da calciatore.

Alessandro Diamanti è spesso apparso agli occhi degli appassionati come uno dei talenti maggiormente inespressi dell’ultima decade del calcio italiano: sia per limiti caratteriali che per delle scelte di carriera poco azzeccate, oltre che per un’esplosione tardiva nel mondo del pallone, il ragazzo non ha mai mantenuto interamente le promesse. In questo momento, dopo 6 mesi tutto sommato discreti passati con la maglia dell’Atalanta, il calciatore è attualmente svincolato. In attesa di trovare squadra, però, Diamanti non si è di certo fermato.

Tornare a casa

L’ex calciatore della Nazionale ha infatti deciso di allenarsi con la squadra della sua città nativa, il Prato, durante il ritiro del club a Fiumalbo. Il toscano 33enne è praticamente cresciuto nel club, trascorrendo gran parte della trafila delle giovanili e dell’inizio di carriera proprio con il Prato. In totale con la squadra Diamanti ha collezionato, tra Serie C1 e Serie C2, 76 presenze e 24 reti. Un periodo che fu un vero e proprio trampolino di lancio per il calciatore, che oggi riassapora dunque vecchie sensazioni in attesa che una nuova possibilità, magari nel massimo campionato nostrano, possa palesarsi per permettergli di giocare anche un anno ad alti livelli.

Passato e futuro

In carriera Diamanti ha giocato per molte altre squadre, tra le quali spiccano senz’altro la Fiorentina, il Bologna, l’Atalanta e il West Ham. Alino è stato inoltre uno dei primissimi calciatori italiani a tentare l’avventura in Cina: nel 2014 si trasferì al Guangzhou Evergrande, club con il quale ha collezionato 35 presenze ed 8 reti complessive. Probabile che il futuro torni ad essere in Italia: in effetti Diamanti ha giocato gran parte della carriera nel nostro campionato e le sue esperienze all’estero sono sempre durate pochissimo e senza particolari acuti da segnalare.