Inter, pace social fra Icardi e Mancini: niente mercato oltreoceano

Inter, pace social fra Icardi e Mancini: niente mercato oltreoceano

Mauro Icardi in Inter-Bayern Monaco 1-4 di ICC - FOTO Twitter @inter
Mauro Icardi in Inter-Bayern Monaco 1-4 di ICC – FOTO Twitter @inter

Storia di un infortunio alla spalla e di una trattativa ormai avviata. Mauro Icardi, capitano dell’Inter, è oggetto del desiderio di un Napoli con 90 milioni di buoni motivi in tasca. I partenopei sono pronti a rilanciare con la cifra di 70 milioni euro, numeri che farebbero seriamente vacillare le convinzioni interiste. I discorsi fra le due società sono ancora tutti in divenire, ma la distanza si è assottigliata rispetto all’inizio della settimana. Nel frattempo Icardi, con la moglie-agente in aperta trattativa, continua la tournée negli States. Ufficialmente non sta giocando per un problema ad una spalla.

M’ama, non m’ama

Mauro Icardi continua a sfogliare la margherita. Da una parte vorrebbe rimanere all’Inter per proseguire il percorso professionale intrapreso. Ha la responsabilità ed i galloni da capitano della squadra, il primo del post Zanetti. Sull’altro piatto un contratto monstre e la possibilità di giocare di Champions League. Molto dipenderà dal suo rapporto con Mancini: gli inviati negli Stati Uniti parlavano negli ultimi giorni di un rapporto ai minimi termini col mister. Icardi ha voluto smentire di persona tramite il proprio profilo Twitter: foto in cui abbraccia Mancini e pace fatta. Dall’altra parte del mondo, in Italia, Wanda Nara continua a tessere al tavolo delle trattative. Se uscirà una maglia nerazzurra o solo azzurra sarà il tempo a dirlo.

Icardi: “Non conosco la vicenda”

Nel post partita del match contro il Bayern Monaco è stato lo stesso calciatore a presentarsi ai microfoni dei giornalisti. “Ho sentito tantissime voci negli ultimi giorni. L’unica verità – ha sottolineato Icardi – è che non conosco la vicenda. Sono lontano da casa da un mese. Sto ricevendo molte critiche? Le persone da fuori possono pensare quello che vogliono, io sono tranquillo”. L’ammissione, implicita, che la vicenda esista: è ormai il segreto di Pulcinella.