De Boer, idee già chiare: “Icardi resta, Suning fondamentale”

De Boer, idee già chiare: “Icardi resta, Suning fondamentale”

Frank De Boer è il nuovo tecnico dell'Inter
Frank De Boer è il nuovo tecnico dell’Inter

Frank De Boer si presenta come nuovo allenatore dell’Inter: ecco le sue parole riguardo Mancini, Icardi e la squadra.

E’ il giorno della presentazione come nuovo allenatore dell’Inter per Frank De Boer, ex calciatore olandese che raccoglie dunque l’eredità di Roberto Mancini nella sua prima avventura in una panchina italiana. Arrivato ieri pomeriggio e ufficializzato stamane, De Boer ha bruciato i tempi insieme alla società proponendosi subito in conferenza stampa per presentarsi e rispondere subito alle domande dei giornalisti.

Idee chiare

“Voglio ringraziare l’Inter per avermi chiamato, penso che io, presidente e management nonostante tutto parliamo la stessa lingua. Vogliamo vincere”, ha esordito subito il neo tecnico nerazzurro. “Spero che saremo sulla strada migliore non appena possibile, è ovvio che non sarà semplice”. Le difficoltà ci sono ma De Boer sembra essere molto fiducioso, anche per quanto riguarda il campionato italiano in generale: “La Serie A è cresciuta moltissimo rispetto al recente passato, credo che quello italiano possa essere ancora considerato un campionato importante”. Per quanto riguarda la pressione, De Boer rivela: “L’ho vissuta sia all’Ajax che al Barcellona, per me è una cosa normale”.

In campo e fuori

Si inizia subito a parlare di disposizioni tattiche, specie a centrocampo: Il regista? Ho analizzato tutta la squadra attentamente. Adesso voglio vederli in allenamento, poi sceglierò chi giocherà in quel ruolo”. Inevitabile una domanda sul futuro di Mauro Icardi, cercato dal Napoli e ancora senza rinnovo all’Inter. De Boer però mostra di essere molto deciso anche in questa circostanza: “E’ un giocatore importante e voglio che rimanga con noi. Il modulo? Conta, ma conta di più aver fiducia nei propri mezzi”. Parole dolci anche per la nuova proprietà interista, considerata “una grande opportunità per il club, il calcio italiano ed europeo in generale”, così come per l’ex tecnico Roberto Mancini, a cui De Boer riconosce “il fantastico lavoro fatto con il club”. Ultima battuta sul mercato e su Gabigol: “E’ un giocatore di talento, normale che ci si interessi ad uno come lui”.