Primo ruggito del Chelsea di Conte, abbattuto il West Ham

Primo ruggito del Chelsea di Conte, abbattuto il West Ham

hazard gol chelsea-west ham
Chelsea-West Ham, Hazard esulta dopo l’1-0 – Fonte Twitter @premierleague

Il Chelsea di Antonio Conte batte un colpo alla Premier League: ci siamo anche noi. La squadra non è perfetta, ma i presupposti sono di quelli buoni. I Blues agganciano a quota tre punti Liverpool e le due di Manchester dopo un match controllato che hanno rischiato di perdere a causa di un fortuito rimpallo in area di rigore. Quasi letale il centrale difensivo Collins, bestia nera del Chelsea, unica squadra ad aver punito più di una volta: ben quattro.

Vittoria all’ultimo respiro

La prima partita a scacchi di Antonio Conte in Premier League comincia con un 4-1-4-1. Il salentino decide di piazzare Kanté a protezione della difesa con una batteria di quattro uomini in linea. La catena di destra risulta molto più brava in costruzione, la sinistra in fase difensiva. Matic viene schierato in una posizione per lui atipica e fa quello che meglio gli riesce: dare equilibrio. Il centrocampista serbo fa senza strafare, il perfetto guardaspalle per un Hazard alla ricerca dello spunto personale. Troppo testardo ed egoista Diego Costa, che fa infuriare Conte dopo appena cinque minuti per un mancato scarico sulla sinistra. Nel secondo tempo la svolta: Azpiculeta atterrato in area, Hazard trasforma il calcio di rigore. Partita in controllo del Chelsea, che subisce il pareggio su calcio da fermo a causa di un errore di Cahill. Nel finale ci pensa Diego Costa, fino al quel momento ampiamente insufficiente, a far gioire Antonio Conte. Lo spagnolo si mette in proprio e dal limite dell’area lascia partire una rasoiata imprendibile.

Metodo Conte

I fondamentali dell’idea di calcio di Antonio Conte ci sono tutti. Gioco verticale e largo sugli esterni, pressing feroce sul primo recupero avversario per non permettergli di impostare la manovra. Per le finezze e gli schemi ci sarà tempo. I concetti sono già germogliati: Hazard e Willian preziosissimi in pressing, Kanté indemoniato, la linea difensiva precisa e puntuale. Gli esterni, richiesti a gran voce dal tecnico salentino ai tempi della Juventus, sono il vero fulcro del gioco dei Blues. Diego Costa bello a metà: insufficiente per gran parte del match, toglie le castagne dal fuoco ad un minuto dallo scadere.

Chelsea-West Ham, tabellino e pagelle

Chelsea (4-1-4-1) Courtois 6; Ivanovic 6.5, Cahill 5, Terry 6, Azpiculeta 6.5; Kanté 6; Willian 7 (80′ Pedro 6.5), Oscar 6 (85′ Batshuayi sv), Matic 6, Hazard 7 (85′ Moses 5.5); Costa D. 6. Allenatore: Conte.

West Ham (4-3-3) Adrian 6.5; Antonio 5 (52′ Byram 5.5), Collins 7, Reid 6, Mausaku 5.5; Noble 5.5, Nordtveit 5.5 (67′ Payet 6), Kouyate 5; Ayew 5.5 (35′ Tore 5), Carroll 5, Valencia E. 5.5. Allenatore: Bilic.

Marcatori: 47′ rig. Hazard, 77′ Collins, 89′ Costa D.

Note: ammoniti Kanté, Costa D., Collins, Antonio, Azpiculeta, Pedro.