Murray scrive la storia: due ori olimpici consecutivi

Murray scrive la storia: due ori olimpici consecutivi

podio tennis murray del potro nishikori rio olimpiadi 2016
Il podio del singolo maschile: Murray, Del Potro e Nishikori

La notte dei record a Rio 2016 è quella del 14 agosto. Dopo Bolt e Van Niekerk tocca ad Andy Murray, tennista scozzese. Contro un redivivo Del Potro, argentino che occupa la posizione 141 al mondo solamente a causa di una catena di infortuni, Murray ha trionfato dopo 4 set e più di 4 ore di gioco. Il tifo è poco sobrio e decisamente inadatto al tennis. A Rio c’è da scordarsi il regalo silenzio di Wimbledon in favore di un tifo da Bombonera per il tennista sudamericano. Il nervosismo di Murray per la rumorosità del pubblico è tangibile, ma non gli impedisce di prendersi l’obiettivo a lungo inseguito. 7-5 4-6 6-2 7-5.

Murray primo nella storia

Nessuno si immaginava una finale così tirata. Fuori Djokovic, Federer out per infortunio, Nadal eliminato in semifinale: la strada di Murray sembrava spianata. Del Potro gli ha invece dato filo da torcere: l’argentino sembra finalmente aver trovato uno stato di forma degno delle sue capacità. Lo scozzese è il primo atleta maschile a difendere con successo l’oro olimpico, il primo in assoluto nel singolo. Prima di lui ci erano riuscite solamente due coppie di donne statunitensi. Prima Gigi Fernandez e Mary Joe Fernandez (1992-1996), poi Serena e Venus Williams (2008 e 2012), autrici di questo piccolo miracolo sportivo.

Nadal cade, niente bronzo

Dopo la sconfitta contro Del Potro altra batosta per Rafa Nadal. Lo spagnolo, numero 5 al mondo, viene sconfitto dal giapponese Nishikori e vede sfumare anche la medaglia di bronzo. Partito come terza forza del tabellone, con Djokovic eliminato la finale era nettamente alla sua portata. Altra sconfitta in tre set, come quella contro Del Potro: la reazione del talento delle Baleari c’è stata, ma alla fine la stanchezza dell’oro olimpico di Pechino 2008 ha prevalso, spianando la strada al più fresco giapponese. 6-2 6-7 6-3 il risultato finale.