Campriani torna da eroe: “E’ come se fossi appena sceso dalle montagne russe”

Campriani torna da eroe: “E’ come se fossi appena sceso dalle montagne russe”

Campriani
Niccolò Campriani due volte medaglia d’oro a rio 2016 (Foto: Facebook ufficiale Italia Team)

Una doppietta tanto bella quanto incredibile quella di Niccolò Campriani che torna in Italia da eroe dopo due ori a Rio 2016.

Se il medagliere dell’Italia a Rio 2016 fa registrare ad oggi la quinta posizione, gran parte del merito è di Niccolò Campriani. Il tiratore azzurro ha infatti chiuso al meglio la sua Olimpiade contribuendo alla causa tricolore con ben due medaglie d’oro. Un successo su tutta la linea per il classe 1987 nato a Firenze. Campriani ha portato a 4 le medaglie personali alle Olimpiadi, equamente distribuite tra Londra 2012 e Rio 2016.

Successo brasiliano

In Brasile infatti Campriani ha sbaragliato la concorrenza salendo sul gradino più alto del podio sia nella carabina 10 metri aria compressa che nella carabina 50 metri 3 posizioni. 8 e 14 agosto sono invece le date che il 28enne toscano non dimenticherà mai. Le giornate dei due ori olimpici.

“Mi  gira la testa”

Un ritorno da eroe quindi quello di Campriani in Italia che ha parlato al suo arrivo a Fiumicino, come riportato anche da ‘La Gazzetta dello Sport’. Il due volte oro a Rio ha detto: “È stata una delle settimane più intense della mia vita. Dal punto di vista emotivo, è come se fossi appena sceso dalle montagne russe. Mi gira, per questo, ancora un po’ la testa. Ora ho davvero tanto bisogno di staccare la spina. Tornare alla routine quotidiana e, soprattutto, godermi il presente prima di pensare al futuro. Non ho dormito per seguire l’omnium e tifare per Elia Viviani, al quale vanno i miei complimenti per la bellissima impresa compiuta”.

Dubbio Tokyo

Il tiratore italiano ha poi proseguito sul suo ritorno da campione: “È stato un bentornato da star. Confesso: tutto ciò un po’ m’imbarazza ma, al contempo, questa partecipazione non può, ovviamente, che farmi piacere.”

Difficile ad oggi invece pronosticare quanto accadrà a Tokyo: “Ho mirato tanto in questi giorni che prima di farlo di nuovo, ci devo pensare. Ora e’ solo tempo di riposare e festeggiare in famiglia e con i miei colleghi della Guardia di finanza. Presto passerò in caserma a salutarli e a ringraziarli per il tifo che hanno fatto per me”.