Porto-Roma 1-1, analisi e pagelle: la difesa giallorossa è insufficiente

Porto-Roma 1-1, analisi e pagelle: la difesa giallorossa è insufficiente

(fonte foto: profilo ufficiale Roma Twitter)
(fonte foto: profilo ufficiale Roma Twitter)

La Roma dura solamente trenta minuti, poi l’espulsione di Vermaelen manda in confusione i giallorossi. André Silva fissa il risultato sul definitivo 1-1

La chiave tattica

Spalletti opta per il 4-3-3 con Dzeko al centro dell’attacco, mentre Nuno Espirito Santo sceglie il 4-2-3-1 con Ottavio-Andrè Andrè-Adrian Lopez alle spalle dell’unica punta André Silva. La Roma parte forte cercando di mettere in difficoltà i portoghesi fin dai primi minuti: Dzeko si rende pericoloso, ma la conclusione dell’attaccante bosniaco viene deviato sulla linea.  Salah e Perotti mettono in grande apprensione la retroguardia avversaria con la loro velocità, mentre il vantaggio dei capitolini arriva dagli sviluppi di calcio d’angolo grazie alla sfortunata autorete di Felipe. Il Porto, però, non si demoralizza, ma alza il ritmo attaccando con i suoi uomini talentuosi offensivi: a fine primo tempo Vermaelen viene espulso per doppia ammonizione dopo un intervento scomposto che lascia così i suoi in dieci. Spalletti sostituisce Perotti con Emerson Palmieri spostando Juan Jesus al centro della difesa, ma la Roma è in confusione.

Secondo tempo

Nella ripresa i giallorossi si limitano a difendersi non creando più occasioni pericolose, mentre dall’altro lato il Porto resta stabilmente nella trequarti avversaria. La difesa di Spalletti sbanda terribilmente e al minuto 61 arriva il meritato pareggio degli uomini di Nuno Espirito Santo: André Silva è perfetto dagli undici metri. Gli uomini di Spalletti continuano a soffrire con i portoghesi che sfiorano anche il raddoppio in diverse occasioni. Finisce 1-1 tra Porto e Roma, tra sette giorni il ritorno all’Olimpico.

I protagonisti

Malissimo la retroguardia giallorosso. Vermaelen lascia i suoi compagni in dieci, mentre Juan Jesus non è perfetto nelle chiusure. Bene Dzeko che difende palla e fa salire la squadra quando può. Otavio è l’uomo più pericoloso tra i padroni di casa.

Il momento

L’espulsione di Vermaelen manda in confusione la Roma.

La giocata

Il rigore di André Silva è da applausi. Palla nell’angolo più alto dove Alisson non può arrivare.

 

Il tabellino

Porto (4-2-3-1): Casillas 6; Maxi Pereira 6.5, Marcano 6.5, Felipe 6.5, Alex Telles 6; Danilo 6, Herrera 6.5; Otavio 7 (84′ Evandro sv), André André 6 (66′ Layun 6), Adrian Lopez 6.5 (75′ Jesus Corona 6); André Silva 6.5. All.: Nuno Espirito Santo.
Roma (4-3-3): Alisson 6; Florenzi 5.5 (84′ Paredes sv), Manolas 6, Vermaelen 4.5, Juan Jesus 5; Nainggolan 6, De Rossi 6, Strootman 6; Salah 6 (77′ Fazio 6), Dzeko 6, Perotti 6 (42′ Emerson Palmieri 5.5). All.: Spalletti.
Reti: 21′ aut. Felipe (R), 61′ rig. Andrè Silva (P)
Ammoniti: 15′ Manolas (R), 28′ Vermaelen (R), 55′ Strootman (R), 59′ Emerson Palmieri (R), 62′ Andrè Andrè (P)
Espulsi: 41′ Vermaelen (R) per doppia ammonizione.
Arbitro: Björn Kuipers.
Assistenti: Sander van Roekel e Erwin Zeinstra.
Quarto Uomo: Charles Schaap.
Addizionali: Pol van Boekel e Richard Liesveld.