Porto-Roma, Spalletti bacchetta i suoi: “Troppi errori”

Luciano Spalletti - Roma
Luciano Spalletti – Roma

Preliminari Champions League – Spalletti contento a metà del pareggio rimediato dalla Roma contro il Porto, dura critica a Vermaelen: “Non può prendere due cartellini così”.

Finisce in pareggio Porto-Roma, andata dei preliminari di Champions League, l’1-1 finale lascia ben sperare i capitolini che però non possono non rammaricarsi delle tante occasioni sprecate soprattutto nella prima parte d’incontro. Se ne è accorto anche Luciano Spalletti, il tecnico giallorosso ha gradito la prova dei suoi sotto il profilo della condizione atletica, non dimenticandosi però qualche appunto: “Dopo essere passati in vantaggio abbiamo però sbagliato troppo, forzando alcune situazioni. Avremmo dovuto avere più pazienza, farli uscire: erano loro che dovevano recuperare. Invece abbiamo concesso al Porto di giocare sui nostri errori e abbiamo collezionato cartellini evitabili”.

Spalletti bacchetta la Roma

“Sono molto contento per l’atteggiamento dei miei uomini, undici contro undici abbiamo fatto la partita. E c’è da prendere il buono, che è molto. Siamo partiti con personalità e mi fa piacere aver visto anche l’altra faccia della squadra, quella che ha sofferto fino alla fine – aggiunge l’allenatore toscano – L’unico appunto che posso fare alla mia squadra è quello che doveva saper gestire meglio alcune situazioni: serviva un po’ più di maturità e invece abbiamo provato delle ripartenze avventate, perdendo equilibrio”

Sulle prestazioni dei singoli: “Alisson mi è sembrato fortissimo, ha giocato con personalità, considerando che era anche la sua prima partita in Champions League. De Rossi ha giocato con un’abnegazione fortissima. Florenzi? Ha spinto bene, poi è calato nella ripresa. Ma ha lottato anche lui – poi la stoccata – Vermaelen non può prendere due cartellini così, dei due è addirittura più grave il primo“.

Spalletti però non demorde, rincuorato dalla condizione della sua Roma: “Dal punto di vista fisico stiamo bene, gli errori sono stati tecnici, soprattutto per una squadra di qualità come la nostra. Così finisci a rincorrere sempre l’avversario e sprechi più energie. Dzeko però ha fatto una grandissima partita di sacrificio, venendo a prendere anche il loro mediano basso in fase di non possesso. E anche Salah nel secondo tempo si è messo sempre a disposizione. Ripeto, io sono soddisfatto”.

La chiosa sul calciomercato: “Riteniamo che la squadra sia completa, ma il mercato non è ancora chiuso ed è fatto di scelte. Se si creano delle opportunità le vaglieremo. Non possiamo stare qui a rimpiangere giocatori che fanno altre scelte, ma possiamo solo rimpiazzarli con giocatori altrettanto forti”.

Stefano Mastini