Chievo-Inter, formazioni ufficiali: Icardi suona la carica

Chievo-Inter, formazioni ufficiali: Icardi suona la carica

Mauro Icardi in Inter-Bayern Monaco 1-4 di ICC - FOTO Twitter @inter
Mauro Icardi in Inter-Bayern Monaco 1-4 di ICC – FOTO Twitter @inter

Le formazioni ufficiali di Chievo-Inter. Ecco come hanno deciso di schierarsi Maran e De Boer nella prima giornata di campionato. La partita darà le prime indicazioni sulle possibilità dell’Inter in questa Serie A. Classico 4-3-1-2 del Chievo, i nerazzurri si affidano al tridente.

Chievo-Inter, le formazioni ufficiali

Chievo (4-4-2): Sorrentino; Cacciatore, Dainelli, Cesar, Gobbi; Castro, Radovanovic, Hetemaj, Birsa; Inglese, Meggiorini. All. Maran.

Inter (4-3-3): Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Ranocchia, Nagatomo; Banega, Medel, Kondogbia; Eder, Candreva, Icardi. All. De Boer.

Chievo-Inter, le parole degli allenatori alla vigilia

Qui Maran “In effetti stiamo preparando una partita alla cieca. L’Inter con il nuovo allenatore ha giocato una sola gara, dunque sono tante le incognite. Dobbiamo pertanto lavorare sulle nostre certezze, sui nostri punti di forza. De Boer? Sarà un piacere conoscerlo, non conosco le sue idee di calcio, sarà bello affrontarlo”. “Giochiamo davanti al nostro pubblico contro una squadra blasonata è una gara dal sapore particolare, gli esordi sono sempre un grande stimolo. Abbiamo voglia di misurarci, giochiamo contro una squadra che ha grandi motivazioni, ma anche noi abbiamo voglia di ribadire a tutti che noi ci possiamo stare. In un campionato come il nostro non c’è nulla di scontato, siamo orgogliosi di quello che abbiamo fatto lo scorso anno, ma ci sono nuove sfide da affrontare, dobbiamo farlo con lo stesso atteggiamento”.

Qui De Boer “Non sto nella pelle, vorrei giocare subito e desidero che la mia squadra si imponga sempre in campo, dominando l’avversario, anche col cuore se necessario. Scudetto? Noi faremo il possibile per vincere, si vedrà poi a fine stagione. Siamo entusiasti di cominciare e nutro molta fiducia. Non c’è niente che mi preoccupi adesso, sia fisicamente che tatticamente, nonostante abbia avuto pochissimo tempo per conoscere l’Inter. Ma tutta la squadra ha voglia di fare bene. Dalle squadre che ho allenato ho sempre voluto che tenessero le redini del gioco con continuità. Rispetto qualunque avversario, ma l’Inter dovrà dominare le partite. Poi per fare bene ci vorrà anche un pò di fortuna, se non dovessimo vincere subito ci proveremo l’anno prossimo”.