Calciomercato: Rossi al capolinea, oggi incontro con Corvino

Calciomercato: Rossi al capolinea, oggi incontro con Corvino

Giuseppe Rossi, Fiorentina - Serie AGiuseppe Rossi, Fiorentina - Serie A
Giuseppe Rossi, Fiorentina – Serie A

Calciomercato – Giuseppe Rossi ai ferri corti con Paulo Sousa. Oggi l’incontro tra Corvino e Pastorello, se le cose non cambieranno l’attaccante dirà addio a Firenze.

Giuseppe Rossi e la Fiorentina si ritroveranno ancora seduti ad un tavolo a parlare del futuro dell’attaccante. Oggi pomeriggio, Corvino e Pastorello dovranno infatti venire a capo di quello che ormai è divenuto un problema sistemico della Viola post-Montella. L’ex Parma e Villareal è lontano anni luce da quello splendido giocatore ammirato qualche anno fa, è comunque evidente la mancanza di fiducia di Paulo Sousa nei suoi mezzi atletici e non.

Rossi contro Sousa

Non posso continuare così, il tempo passa“. Questo quanto avrebbe riferito la punta classe 1987 al termine della gara di Torino contro la Juventus. Dall’altra parte il “muro di gomma” che risponde al nome di Paulo Sousa: “Rossi ha iniziato molto bene la preparazione, ci darà una mano durante la stagione per vincere il più possibile”. Passo e chiudo. Anche se ormai bisognerebbe essere abituati alle risposte cifrate del tecnico portoghese, in grado di lasciar intendere di più con i fatti che non con le parole, troppo spesso contraddittorie.

Di qui il malessere dell’attaccante, spesso provato a partita in corso in ruoli non suoi (falso nueve, da trequartista decentrato), soprattutto a cui viene spesso concesso uno scarso minutaggio. Era già successo lo scorso anno, si sta ripetendo adesso. A gennaio scorso la situazione fu risolta in fretta e in furia da Pradé regalando – e relegando – il giocatore al Levante con il risultato di ritrovare sì la via del gol, ma senza colpo ferire, non riuscendo mai a riprendersi del tutto. Corvino, nell’ottica di abbassare il monte ingaggi gigliato, ha cercato nei mesi di giugno e luglio di piazzare Rossi senza però trovare un riscontro effettivo, con l’aggravante di quella scadenza (molesta) del contratto ad inizio estate prossima.

La sensazione è che, in casa viola, finché ci sarà Sousa, Rossi non troverà mai spazio e/o scalerà le gerarchie gigliate. Intanto il tifo si divide: in molti riconoscono all’americanino limiti fisici da cui difficilmente si riavrà, altri iniziano a pensare che l’allenatore lusitano – da gennaio ad oggi – abbia tirato fin troppo la corda su vari ambiti finendo per limitare la squadra, forse scottato dalle promesse non mantenute in sede di calciomercato. La soluzione al caso dell’attaccante sarà trovata a stretto giro di posta, quella ai dilemmi della Fiorentina forse ci vorrà tutta la stagione.

Stefano Mastini