Juventus, Higuain: “Dicono che sono grasso? Meglio, continuerò a far gol”

Juventus, Higuain: “Dicono che sono grasso? Meglio, continuerò a far gol”

Gonzalo Higuain, Juventus-Fiorentina - Serie A 2016/17
Gonzalo Higuain, Juventus-Fiorentina – Serie A 2016/17

Juventus, Higuain subito decisivo. El Pipita risponde alle tante critiche sul suo peso: “Sono grasso? Meglio se continuano a dirlo, così faccio gol tutte le partite”.

Tre palloni toccati, uno di essi spedito alle spalle di Tatarusanu. Così si è presentato Gonzalo Higuain al suo debutto ufficiale in campionato con la Juventus. Il bomber argentino ha dimostrato – in appena un quarto d’ora di gioco – di non aver perso per strada il “killer instinct”, dubbio questo che aleggiava e non poco nelle menti dei tanti appassionati di calcio che popolano la penisola italiana.

Higuain risponde alle critiche

Quest’oggi la sua rivincita dalle colonne della Gazzetta dello Sport: “Questo gol lo dedico a quelli che hanno sempre creduto in me e che sono al mio fianco sia nei momenti buoni che in quelli cattivi. Come sto? Ditelo voi, continuate a parlare del mio fisico. Sto bene, sono felice per il primo gol che ha deciso la prima vittoria. Mi alleno da 20 giorni e posso migliorare nella forma- poi la stoccata – Dicono che sono grasso? Meglio se continuano a dirlo, così faccio gol tutte le partite“.

“Una serata del genere si sogna sempre, la sognano tutti: riuscire a fare quel che si vuole, e cioé gol, è il massimo. Per tutta la squadra e per i tifosi. Quando sei lì che ti riscaldi e senti già i cori, quando avverti che la gente ti supporta così, beh, dentro di te hai ancor di più una voglia speciale. Il mio gol, come detto, è anche per loro”.

Sul dualismo con Mandzukic, Higuain chiarisce: “Sto bene con lui come con tutti gli altri: è così che si vincono i trofei alla fine. Buffon mi ha detto di essere felice del fatto che io sia qui, ma tutti mi hanno accolto alla grande, nel miglior modo possibile. Tutti i miei nuovi compagni mi hanno fatto sentire come se fossi qui da tanto tempo. E questo è buonissimo”.

Poi sul connazionale Dybala: “E’ un giocatore fortissimo, a lui piace scendere a prendere la palla e anche questo ci rende compatibili. Diventerà ancora più forte, ed è un piacere giocare con lui“.

(fonte Gazzetta dello Sport)

Stefano Mastini