Rosina: “Spalletti è una persona poco trasparente, allo Zenit non mi parlava”

Luciano Spalletti - Roma
Luciano Spalletti – Roma

Alessando Rosina, nuovo acquisto della Salernitana, ha parlato del suo ex allenatore Luciano Spalletti: queste le parole dell’ex Zenit.

Non le manda a dire il nuovo acquisto della Salernitana, Alessandro Rosina. Il mancino classe ’84, da pochi giorni passato ai granata in Serie B, ed ex di Torino, Siena, Catania e Bari, alla Gazzetta dello Sport ha parlato di Luciano Spalletti, tecnico della Roma. Con l’allenatore di Certaldo Rosina ha vissuto l’esperienza allo Zenit di San Pietroburgo, dopo le ottime annate al Torino e il trasferimento in Russia nel 2009. Queste le parole di Rosina sull’attuale tecnico giallorosso alla Gazzetta dello Sport: “Non valuto gli allenatori in base a quanto mi fanno giocare, ma per come si comportano con me. Luciano Spalletti è uno dei migliori tecnici in circolazione, però è una persona poco trasparente. L’allenatore non mi parlava. Con lui in panchina la mia esperienza allo Zenit ha avuto un epilogo poco felice”.

Lo sfogo di Rosina

Ottimo allenatore Spalletti, ma null’altro per Rosina. Il ragazzo già in passato aveva parlato del suo ex tecnico nell’esperienza russa. Così tuonò l’ex Zenit proprio ai microfoni della rosea: “Rifarei ancora quella scelta di andare a giocare all’estero, anche se con il mister andò tutto male. Lui non mi vedeva e per colpa sua ho perso due anni di carriera. Ricordo che quando arrivai a Siena fui costretto addirittura a fare prima un periodo di prova per convincere il direttore sportivo Antonelli. Non fu un periodo che ricordo con piacere”. Nell’ultima stagione con la maglia del Bari Alessandro Rosina ha totalizzato 40 presenze in campionato, 9 gol e 14 assist. Poi la gara dei play-off contro il Novara e la doppietta messa a segno. A nulla valsero i due gol del classe ’84, i pugliesi uscirono sconfitti dal match. Rosina riparte ora dalla Salernitana: per lui passaggio a titolo definitivo e contratto quadriennale.