Monaco-Villareal, le probabili formazioni: è il momento di Pato

Monaco-Villareal, le probabili formazioni: è il momento di Pato

Alexandre Pato, Monaco-Viallreal - Preliminari Champions League
Alexandre Pato, Monaco-Viallreal – Preliminari Champions League

Preliminari Champions League – Le probabili formazioni di Monaco-Villareal: Escribà pronto a dare fiducia ad Alexandre Pato. Gli spagnoli devono ribaltare il 2-1 dell’andata.

Insieme alla gara dell’Olimpico Roma-Porto, Monaco-Villareal è il big match dei preliminari di Champions League in programma per stasera. I monegaschi sono in vantaggio forti del risultato ottenuto nella gara d’andata (2-1). A rendere più difficile il compito al tecnico degli iberici Escribà le tante defezioni: spazio allora ad Alexandre Pato in attacco insieme al solito Bakambu.

Monaco-Villareal, le probabili formazioni:

Monaco (4-3-3): Subasic; Sidibe, Glik, Jemerson, Raggi, Dirar; Fabinho, Moutinho, Lemar; Jean, Cavaleiro, Boschilia. All. Jardim.

Villareal (4-4-2): Asenjo; Mario, Mustacchio, Rukavina, Jaume Costa; Soriano, Bruno, N’Diaye, Cheryshev; Pato, Bakambu. All. Escribà.

Monaco-Villareal, le sensazioni sulle panchine:

Jardim – “Che cosa mi aspetto per Monaco-Villareal? Domani giocheremo come all’andata con un buon approccio e coscienti della forza del nostro avversario. Bisognerà giocare al massimo per qualificarci. Nel calcio non si vince mai in anticipo. Come stanno i ragazzi fermi per infortunio? Beh, Vedremo domani le condizioni di Sidibé e Joao Moutinho. Una volta che avremmo in mano i risultati, in funzione del loro stato di forma, sceglierò il migliore undici possibile. Noi possiamo realizzare qualcosa di inedito essendo il primo club francese a qualificarsi attraverso i playoff”.

Escribà – “Abbiamo accumulato stanchezza e non abbiamo molti giocatori disponibili, ma questo non sarà un problema per noi. Siamo pronti ad affrontare questa partita. Siamo convinti che possiamo ribaltare il risultato dell’andata. Per noi sarà importante entrare in gara motivati, subito pronti a colpire e a fare male, dobbiamo fare due gol e sappiamo che sarà meglio farli al più presto per poi così gestire al meglio il match. Non dobbiamo cadere nella trappola dei falli. Non ne dobbiamo fare. Qualora riuscissimo a limitare i nostri errori allora avremmo delle buone chances di poter passare il turno”.

Stefano Mastini