Shevchenko incorona Bacca: “E’ forte, ma deve avere più continuità”

Shevchenko incorona Bacca: “E’ forte, ma deve avere più continuità”

Carlos Bacca, Milan - Serie A
Carlos Bacca, Milan – Serie A

Milan – Sheva vede in Bacca il suo erede: “E’ veloce, forte e ha senso del gol. Però deve avere più continuità”.

Che Carlos Bacca fosse – nel bene o nel male – l’uomo simbolo dell’estate rossonera non vi era alcun dubbio. La tripletta di domenica a San Siro ha solo cementificato il rapporto con i tifosi, mentre è di oggi l’investitura importante per l’ex Siviglia ad opera di una bandiera del recente passato milanista: Andriy Shavchenko. Il campione ucraino si è concesso alle colonne della Gazzetta dello Sport e ha commentato così la bella prestazione della punta colombiana: “E’ bravo ad attaccare gli spazi, è bravo dentro l’area e ha senso del gol. E’ veloce, forte”.

Sheva incorona Bacca

Bacca deve fare di più, leggere meglio le situazioni collettive, migliorare nel gioco di squadra. Soltanto così potrà fare un altro salto di qualità. Comunque è un attaccante che mi piace molto e l’ho apprezzato anche nella stagione passata”. Poi la stoccata: “Forse adesso la maglia del Milan pesa un po’ meno. Una volta si arrivava in una squadra ricca di campioni che lottava per tanti titoli, quindi magari si poteva restare intimoriti. Ora non è più così, però anche ricostruire e ripartire è un’impresa complicata, per gli attaccanti e per qualsiasi altro giocatore”.

Shevchenko però non vuole scomodare paragoni per quanto riguarda il colombiano: “Deve vincere per essere paragonato a qualcuno. Adesso è presto, e poi i paragoni sono sempre un po’ antipatici – spiega l’ucraino – Gli manca ancora la continuità. Le qualità sono buone e ha cominciato bene questa stagione con un nuovo allenatore, ma la continuità è una dote necessaria per fare strada nel calcio. Continuità e capacità di aiutare la squadra”.

Poi la chiosa sulla situazione societaria del Milan: “Non penso niente, come tutti sto aspettando di vedere che cosa succederà. Berlusconi è stato per tanti anni il cuore del club e il simbolo di un calcio di successo. Come tutti quelli che amano il Milan, sono curioso di vedere che cosa accadrà nelle prossime stagioni”.

(fonte Gazzetta dello Sport)

Stefano Mastini