Roma, Spalletti: “In un preliminare non si può rimanere due volte in dieci”

Luciano Spalletti - Roma
Luciano Spalletti – Roma

La delusione di Luciano Spalletti dopo la sconfitta all’Olimpico contro il Porto. Ecco le dichiarazioni del tecnico dei giallorossi ai microfoni di Mediaset Premium.

 

Spalletti a Mediaset

“Abbiamo perso una gara importante, ci crea difficoltà altrettanto importanti nel ricreare un ordine, è un risultato difficile da digerire per come è venuto e per la fatica fatta per arrivarci. Abbiamo sbagliato la gestione della palla all’inizio, era quello che mi premeva perché la gara scorresse su binari corretti. Le scelte erano andate in funzione di questo. Quando ci stavamo riorganizzando siamo rimasti in 10 e lì diventa tutto più difficile. Oggi è successo spesso e non capisco come mai, si poteva essere più calmi in queste situazioni. Siamo arrivati non al meglio della condizione per gli infortuni e per i ruoli, volevo avere a disposizione un centrale per il finale perché volevo si gestisse la partita. Allora ho scelto De Rossi centrale, lo abbiamo provato e ci sa stare, può essere il suo futuro ruolo. Però abbiamo sbagliato nella gestione della palla e perso palloni non per la loro pressione ma per i nostri errori. Loro hanno preso tranquillità nelle giocate e noi ci siamo innervositi, poi è venuto il gol, l’espulsione. In un preliminare non si può rimanere due volte in dieci“.

Nainggolan a Mediaset

“Penso che anche dopo l’1-0 abbiamo avuto occasioni. E’ la stessa storia dell’andata, se eravamo in 11 contro 11 potevamo fare di più. E’ chiaro che in 9 era normale prendere più rischi, c’è da imparare da questi errori, sicuramente potevamo fare molto di più. Io penso che siamo abbastanza maturi che adesso ci buttiamo sul campionato. Magari possiamo andare lontani in Europa League, può diventare il nuovo obiettivo. Ora dobbiamo subito buttarci sul campionato. Abbiamo dimostrato gran cuore, anche se giocare in 9 non era facile. Se avessimo concretizzato le occasioni per l’uno pari sarebbe stata un’altra partita. Abbiamo dato tutto, anche non vincendo la nota positiva è il fatto che tutti hanno dato tutto”.

Strootman a Mediaset

“Non abbiamo iniziato bene, non so perché, ci eravamo preparati bene e sapevamo cosa fare. Ma non lo abbiamo fatto, neanche loro hanno creato molto ma hanno fatto gol subito. Non abbiamo giocato bene e preso due rossi, anche in nove abbiamo creato ma dopo il 2-0 è finita. Problema di testa? Forse, ma loro non hanno corso tanto: abbiamo pressato e fatto tutto. E’ la prima volta che perdiamo 0-3 in casa”.