Roma, Pallotta: “L’arbitro ha rovinato la partita”

Roma, Pallotta: “L’arbitro ha rovinato la partita”

pallotta

La Roma di Spalletti perde contro il Porto e dice addio alla Champions League, James Pallotta punta il dito contro l’arbitro.

E’ iniziata male ed è proseguita peggio la serata di Champions League allo Stadio Olimpico per i padroni di casa della Roma. I giallorossi sono stati battuti tra le mura amiche dal Porto di Nuno Espírito Santo. Dopo il match di andata in Portogallo terminato 1-1, gli uomini di Luciano Spalletti potevano chiudere il discorso qualificazione in casa. Così non è stato. La prima rete ospite è arrivata all’8′ minuto con Felipe, poi il nervosismo. De Rossi al 37′ si fa espellere per una brutta entrata su Maxi Pereira, stesso destino per Emerson Palmieri. Il terzino brasiliano, spedito in campo da Spalletti a pochi minuti dal termine del primo tempo, nella ripresa impiega non molti giri di lancetta per guadagnarsi anzitempo la via degli spogliatoi dopo un intervento alla caviglia di Otavio. Secondo rosso e Roma in nove uomini. Gioco da ragazzi per il Porto raggiungere lo 0-3 finale con Layun e Corona.

Le parole di James Pallotta

Niente gironi di Champions League per la Roma. Incassata sconfitta ed eliminazione, ora gli occhi sono puntati al prossimo impegno di campionato dopo il più che confortante esordio casalingo contro l’Udinese. Sarà l’Europa League il palcoscenico sul quale si misurerà il gruppo di Spalletti. La squadra ha approcciato male alla partita. Il presidente della Roma James Pallotta fa sentire la sua voce direttamente dagli Stati Uniti. Il numero uno giallorosso punta però il dito contro l’arbitro del match, il signor Marciniak. Queste le parole di Pallotta, riportate dalla Gazzetta dello Sport: “Sono molto deluso dalla direzione di gara. Ditemi voi come si può giocare in 10 o in 9. Cosa puoi aspettarti di più. Ripercussioni? Non, non ce ne saranno. Ma ripeto, sono delusissimo dall’arbitro. È stato disgustoso, ha rovinato la partita”.