Riparte la Serie B: sarà caccia al Verona, chi sarà l’erede di Lapadula?

Riparte la Serie B: sarà caccia al Verona, chi sarà l’erede di Lapadula?

Fonte: Twitter @Lega_B
Fonte: Twitter @Lega_B

Col fischio d’inizio di Spezia-Salernitana riaprirà i battenti la Serie B. Occhi puntati sul Verona, ma la lotta per i 3 posti che valgono la Serie A sarà apertissima.

LE FAVORITE

Per blasone e voglia di riscatto è inevitabile che almeno sulla carta il Verona sarà la squadra da battere. Come l’anno scorso con il Cagliari, la Serie B riparte con una squadra indicata da tutti come sicura promossa in Serie A. A differenza dei sardi però, i gialloblu di Pecchia non hanno stravolto la rosa a forza di colpi di mercato. Il dominio dunque potrebbe essere intaccato con più facilità rispetto allo scorso anno, anche se individualità come Giampaolo Pazzini non si discutono. Alle spalle degli scaligeri la lotta sarà apertissima. Carpi e Frosinone hanno puntellato al meglio rose sicuramente competitive per la cadetteria. Il Bari ha cambiato molto e resta un’incognita, seppur con la certezza rappresentata da Roberto Stellone. A differenza degli scorsi anni lo Spezia non ha rivoluzionato la propria rosa: per la squadra di Di Carlo potrebbe essere la volta buona. La lotta per la zona playoff comprenderà verosimilmente altre piazze importanti quali Novara e Cesena, solide realtà del panorama di B.

OCCHIO ALLE NEOPROMOSSE

La Serie B però ha sempre stupito per la sua imprevedibilità. Ecco perchè bisogna prestare molta attenzione alle neopromosse. Benevento e Spal non sono salite in Serie B per fare da comparse ed il loro mercato ne è la prova. Entrambe hanno intenzione di stupire e hanno a disposizione giocatori e tecnici per farlo. Discorso diverso per il Pisa, la cui situazione societaria si riflette pesantemente sul club. Gattuso era il valore aggiunto del club toscano. Senza di lui e con una rosa non all’altezza il rischio è di andare verso il disastro. Il Cittadella viene spesso dato tra le squadre a rischio, ma potrebbe stupire con una salvezza relativamente tranquilla. Chi potrebbe rientrare nella lotta per non retrocedere è il Brescia di Brocchi. L’allenatore e il club hanno idee buone, ma una rosa a prevalenza giovani in Serie B è un grosso rischio. Anche Ternana e Latina sembrano destinate ad un campionato di sofferenze, ma l’esperienza potrebbe essere loro d’aiuto

IL GRUPPONE

Ci sono poi diverse squadre difficilmente decifrabili ma capaci di stupire. E’ il caso del Trapani, grande delusa dello scorso anno ma guidata da un Cosmi battagliero. Ma anche di Perugia e Salernitana. La squadra di Bucchi lotterà sicuramente per la promozione, mentre dopo la salvezza i campani avranno voglia di assaporare il gusto delle posizioni di vertice. I club di Lotito difficilmente steccano due stagioni consecutive, attenzione dunque a quella che potrebbe essere la sorpresa più clamorosa della stagione. Previsioni di salvezza tranquilla per Ascoli e Vicenza, mentre puntano sicuramente a qualcosa in più Avellino e Virtus Entella.  Attenzione alla Pro Vercelli, squadra capace di infastidire chiunque.

L’EREDE DI LAPADULA

Speso e volentieri la Serie B ha lanciato in Serie A attaccanti reduci da annate molto prolifiche. Lo scorso anno Gianluca Lapadula si è guadagnato la chiamata del Milan dopo aver messo a segno 27 reti con il Pescara. Stesso destino per Ante Budimir, bomber della sorpresa Crotone con 16 reti complessive. Il favorito quest’anno è senza dubbio Pazzini. Il bomber del Verona ha all’attivo oltre 100 reti in Serie A, difficilmente resterà a secco in Serie B. Al suo fianco grande attesa per Ganz. Lo scorso anno infatti ha chiuso con l’ottimo bottino di 16 reti pur giocando nel modesto Como. Tra i principali indiziati per il titolo di capocannoniere della prossima Serie B ci sono anche due veterani come Cacia e Caputo. Il primo, in forza all’Ascoli, è a -16 dal record assoluto di Schwoch in cadetteria. Entrambi sono i vice capocannonieri della passata stagione con 17 gol. Il Frosinone punta ancora su Ciofani e Dionisi, ma anche la coppia Catellani-Lasagna in forza al Carpi può ben figurare.

SERIE B, IL CALENDARIO DELLA PRIMA GIORNATA

VENERDI’ 26 AGOSTO

Spezia-Salernitana (fischio d’inizio ore 20.30)

SABATO 27 AGOSTO

Avellino-Brescia (fischio d’inizio ore 20.30)

Frosinone-Entella (fischio d’inizio ore 20.30)

Benevento-Spal (fischio d’inizio ore 20.30)

Ternana-Pisa (fischio d’inizio ore 20.30)

Bari-Cittadella (fischio d’inizio ore 20.30)

Vicenza-Carpi (fischio d’inizio ore 20.30)

Verona-Latina (fischio d’inizio ore 20.30)

Pro Vercelli-Ascoli (fischio d’inizio ore 20.30)

DOMENICA 28 AGOSTO

Novara-Trapani (fischio d’inizio ore 17.30)

LUNEDI’ 29 AGOSTO

Cesena-Perugia (fischio d’inizio ore 20.30)