Formula 1, Rosberg domina a Spa. Hamilton sul podio, contatto e polemiche Verstappen-Ferrari

Formula 1, Rosberg domina a Spa. Hamilton sul podio, contatto e polemiche Verstappen-Ferrari

Il contatto al via del Gp del Belgio di Formula 1 - Fonte: Twitter @F1
Il contatto al via del Gp del Belgio di Formula 1 – Fonte: Twitter @F1

Nico Rosberg vince il gran premio del Belgio di Formula 1. Sul circuito di Spa-Francorchamps il tedesco della Mercedes domina dopo essere scattato dalla pole position. Gara condizionata dal contatto al via tra Vettel (6°), Raikkonen (9°), e Verstappen (11°). Sul podio anche Ricciardo (2°) e Lewis Hamilton, 3° e autore di un’ottima rimonta. Completano la top 10 Hulkenberg (4°), Perez (5°), Alonso (7°), Bottas (8°) e Massa (10°). In classifica Rosberg accorcia a -9 su Hamilton, mentre Ricciardo consolida il terzo posto in classifica piloti e la Red Bull allunga ulteriormente sulla Ferrari nel mondiale costruttori.

CONTATTO AL VIA

Allo spegnimento dei semafori la prima emozione della gara. Verstappen parte e male e viene infilato dalle due Ferrari, ma all’ingresso della prima curva prova ad infilarsi all’interno di Raikkonen e i tre vanno a contatto. Vettel si gira, mentre Raikkonen e Verstappen ne escono rispettivamente con una foratura e un danno all’ala anteriore. Pit stop obbligato e gara compromessa per tutti e tre, con grandi polemiche previste dopo il gran premio. Ne consegue che al termine del primo giro Rosberg guida su Hulkenberg e Ricciardo, mentre alle loro spalle succede di tutto. Foratura anche per Sainz e tanti detriti in pista, virtual safety car e posizioni congelate. Alla ripartenza Magnussen è protagonista di un botto terribile che costringe la direzione gara ad esporre la bandiera rossa.

RAIKKONEN-VERSTAPPEN, ANCORA SCINTILLE

Riparate le barriere danneggiate dall’incidente di Magnussen (nessuna grave conseguenza per lui), la gara riparte dalla pit lane. Rosberg guida su Ricciardo e Hulkenberg, con Alonso sorprendentemente 4° e Hamilton già a ridosso delle posizioni di testa. La bandiera rossa concede ai team di cambiare gomme prima della ripartenza. Rosberg passa dalle soft alle medie, mentre Hamilton effettua la scelta opposta e Ricciardo conserva le soft. Gomma gialla anche per le due Ferrari, con Vettel 11° e Raikkonen 17°, mentre Verstappen è 14° con gomme medie. Nonostante la mescola di vantaggio Ricciardo non impensierisce Rosberg, mentre Hamilton guadagna nel giro di poche tornate la terza posizione. In rimonta anche Vettel che in breve tempo raggiunge l’ottava posizione. Dietro intanto Raikkonen si lascia andare a team radio di fuoco nei confronti di Verstappen, reo secondo il finlandese di impedirgli il sorpasso con manovre al limite del regolamento

ROSBERG FA IL VUOTO

Nonostante giri con gomm medie, Rosberg è il più veloce in pista. Sia Ricciardo che Hamilton infatti, nonostante montino gomme soft non riescono a replicare i tempi del tedesco. Il britannico si ferma per montare un altro treno di soft, mentre Hulkenberg, Alonso e Vettel optano per le medie. Il tedesco della Force India e lo spagnolo si ritrovano ruota a ruota all’uscita della pit lane e vanno a contatto. Hulkenberg tocca la riga bianca in uscita ma precisa subito via radio di averlo fatto per via del contatto. Più indietro Verstappen fa innervosire anche Vettel andando a toccarlo alla staccata di Les Combes nel tentativo di difendersi. In testa alla corsa rientrano anche Rosberg e Ricciardo che montano gomme medie, con l’australiano della Red Bull che si ritrova però con Hamilton negli specchietti e con gomma più performante.

VINCE ROSBERG, MA HAMILTON LIMITA I DANNI

Il tre volte campione del mondo deve però effettuare un ultimo pit stop per arrivare in fondo alla gara. Gomme medie usate per lui e polemica via radio col proprio muretto: Hamilton voleva infatti montare gomme soft nuove. All’uscita dei box il leader della classifica è alle spalle di Hulkenberg, che sorpassa agevolmente mettendosi poi alla caccia di Ricciardo. Alle loro spalle le due Force India, poi Vettel che con qualche brivido sorpassa prima Massa e poi Alonso, guadagnando la sesta posizione. Raikkonen, 10°, è l’ultimo pilota di un trenino composto dal pilota della McLaren e dai due della Williams. In testa alla corsa Rosberg controlla senza problemi, mentre Hamilton fa segnare un giro record dopo l’altro ma senza impensierire Ricciardo, troppo distante dopo l’ultima sosta ai box. In fondo alla zona punti Bottas e Raikkonen sorpassano Massa ma non riescono ad attaccare la settima posizione di un ottimo Fernando Alonso.

Formula 1, l'ordine d'arrivo del Gp del Belgio - Fonte: Twitter @F1
Formula 1, l’ordine d’arrivo del Gp del Belgio – Fonte: Twitter @F1

CLASSIFICA PILOTI

Hamilton 232, Rosberg 223, Ricciardo 151, Vettel 128. Raikkonen 124, Verstappen 115

CLASSIFICA COSTRUTTORI

Mercedes 455, Red Bull 274, Ferrari 252.