Arsenal, nuovi colpi in canna: ecco Lucas Perez e Mustafi

Arsenal, nuovi colpi in canna: ecco Lucas Perez e Mustafi

Lucas Perez, nuovo acquisto dell'Arsenal - Foto Twitter @arsenal
Lucas Perez, nuovo acquisto dell’Arsenal – Foto Twitter @arsenal

I Gunners piazzano due colpi a suon di milioni: arrivano lo spagnolo Lucas Perez dal Deportivo La Coruna e l’ex Sampdoria Shkodran Mustafi dal Valencia.

Arsene Wenger può accogliere al suo Arsenal il forte attaccante Lucas Perez, attaccante prelevato dal Deportivo La Coruna, giunto nelle scorse ore unitamente ad un altro giocatore prelevato sempre dalla Liga spagnola: si tratta dell’ex difensore centrale della Sampdoria e nazionale tedesco, Shkodran Mustafi. Entrambi approdano ai Gunners in cambio di 57 milioni di euro totali versati in parte al Depor ed in parte al Valencia.

LO SPAGNOLO GLOBETROTTER

Lucas Perez, 27 anni, viene da un’ottima stagione disputata tra le fila dei galiziani, forte dei 19 gol segnati in biancoblu (17 nella Liga), ed in precedenza aveva maturato alcune significative esperienze all’estero, giocando per due anni con i russi del Karpaty (2011/2013) e poi andando a rinforzare il reparto avanzato di Dinamo Kiev e PAOK Salonicco (2013/2014). Con gli ucraini non è mai sceso in campo mentre più importante è stata l’annata vissuta in Grecia, dove Lucas Perez è stato titolare alle dipendenze dell’esperto allenatore giramondo olandese, Huub Stevens, prima del ritorno in Spagna con la chiamata del ‘Super Depor’. Lucas Perez aveva cominciato in precedenza tra i ranghi del Rayo Vallecano. All’Arsenal andrà a ricoprire inizialmente il ruolo di trequartista lasciato libero da Thomas Rosicky, il quale dopo dieci anni ha messo la parola fine alla sua lunga storia decennale con l’Arsenal, decidendo di fare ritorno a casa allo Sparta Praga, club che “il Piccolo Mozart” lasciò nel 2001 per andare al Borussia Dortmund. Ma Lucas Perez può giocare anche come ala destra oltre che come punta centrale, ruolo nel quale è stato spostato nelle più recenti stagioni dopo aver cominciato la carriera nelle vesti di rifinitore. L’Arsenal lo ha pagato 20 milioni di euro.

VECCHIA CONOSCENZA SAMP

Altri 37 lo storico manager Arsene Wenger ha deciso di girarli al Valencia per ottenere Mustafi, il quale arricchirà la batteria di difensori centrali della compagine londinese composta fino ad oggi da Koscielny, Gabriel Paulista, Mertesacker e Rob Holding, l’unico elemento giovane assieme allo stesso Paulista presente in quel ruolo in prima squadra. Mustafi, 24 anni, ha militato nelle fila della Sampdoria dal 2012 al 2014 dopo essere stato tesserato in precedenza per l’Everton, con cui però non ha mai esordito ufficialmente. La crescita tecnica e caratteriale vissuta negli ultimi tre anni è valsa al possente difensore tedesco di origini albanese il passaggio dapprima al Valencia dai blucerchiati e poi la chiamata prestigiosa dell’Arsenal. Mustafi ha vinto con la Germania i Mondiali 2014 giocando tre partite ufficiali e facendo parte dei 23 di Joachim Loew da “richiamato”, dopo l’infortunio last minute patito a suo tempo da Marco Reus.