La strategia dell’Inter: Caner Erkin in prestito al Besiktas

La strategia dell’Inter: Caner Erkin in prestito al Besiktas

Caner Erkin posa con la nuova maglia dell'Inter. Fonte - Account Twitter @F.C. Internazionale
Caner Erkin posa con la nuova maglia dell’Inter. Fonte – Account Twitter @F.C. Internazionale

Ufficiale all’Inter dal primo luglio 2016 Caner Erkin è stato ceduto in prestito in Turchia: chi l’ha voluto a Milano?

Due mesi di calciomercato sono lunghissimi. Tutto può succedere: trattative sfumate all’ultimo secondo, giocatori che rifiutano dopo aver accettato. E può accadere anche un calciatorecambi due squadre nella stessa sessione di mercato. Caner Erkin, ufficialmente un giocatore dell’Inter dal primo luglio, è stato ceduto in prestito gratuito al Besiktas con diritto di riscatto a 2 milioni.

Voluto da Mancini?

Non è stata un’estate semplice per l’Inter. Dal cambio di società alla risoluzione con Mancini: nel giro di poco tempo tante cose sono cambiate a Milano. E il caso Erkin è quello più eloquente. L’Inter ha bisogno assolutamente di un terzino che sappia garantire copertura e spinta, ma il turco è stato rispedito in patria. L’ex Fenerbahce, voluto fortemente da Mancini, sarebbe dovuto essere una valida alternativa a Nagatomo e D’Ambrosio, ma la società nerazzurra diversamente liberandosi così di un ingaggio di poco inferiore ai 2 milioni.  “Mancini determinante per la mia scelta, farò tanti assist a Icardi”, queste le sue prime parole da giocatore nerazzurro. Ma il calciomercato, si sa, è strano. Tutto cambia velocemente.

Arriva Lichtsteiner

Nell’ultimo giorno di calciomercato l’Inter vuole chiudere così per un terzino di livello mondiale. Il nome che circola nelle ultime ore è quello di Stephan Lichtsteiner della Juventus, ormai chiuso da Dani Alves e Cuadrado. Lo svizzero lascerà sicuramente Torino già a partire da oggi, ma su di lui non c’è solo il club nerazzurro. Nell’ultimo match di campionato contro il Palermo, anche a causa dell’infortunio di Nagatomo, de Boer è stato costretto a schierare titolare Santon. Ad un passo dalla cessione in campo dal primo minuto: all’Inter succede di tutto. E il contrario di tutto.