Il super contratto di Icardi: ricchi bonus e la clausola “anti-Higuain”

Il super contratto di Icardi: ricchi bonus e la clausola “anti-Higuain”

Mauro Icardi ad Appiano Gentile nel primo giorno di raduno dell'Inter
Mauro Icardi ad Appiano Gentile nel primo giorno di raduno dell’Inter

Nei prossimi giorni Mauro Icardi firmerà il nuovo contratto con l’Inter. L’importanza dei gol e una clausola da fare scuola

Dopo un’estate chiacchieratissima, tra tweet polemici e offerte irrinunciabili, Mauro Icardi è rimasto all’Inter. Una prova di forza del club nerazzurro, che ha rigettato tante richieste importanti, in particolare quelle del Napoli. Al centro del nuovo progetto nerazzurro, come svelato dal Corriere dello Sport, per l’attaccante argentino arriverà nei prossimi giorni il tanto atteso rinnovo di contratto. Il capitano dell’Inter sarà letteralmente blindando da una serie di clausole e bonus che difficilmente lo vedranno scappare via da Milano.

Gol a peso d’oro

Ai 4.9 milioni di euro, che saranno la base del nuovo accordo, tanti ricchi bonus per l’attaccante portato in Italia dalla Sampdoria. E se per Icardi il gol è sempre stato “pane quotidiano” da questa stagione l’argentino avrà sicuramente qualche stimolo in più per spingere il pallone in rete. A ogni 10 reti segnate, indipendentemente dalla competizione, verranno aggiunti 200 mila euro all’ingaggio di base. A questi si uniranno altri bonus in caso di vittoria di squadra: 500.000 euro per la vittoria della Champions, 200.000 per lo Scudetto, 150.000 per l’Europa League e 50.000 per la Coppa Italia.

La clausola anti-Italia

La vera novità che verrà apportata sul contratto di Icardi sarà la clausola riservata solo ai club esteri. 110 milioni di euro la cifra da sborsare per strappare all’Inter il suo capitano. Esercitabile tra l’altro in un periodo di tempo limitato. Per far valere la clausola infatti l’offerta dovrà arrivare dalla fine del campionato fino alla metà del mese di luglio. Non esercitabile nel mercato di gennaio. Diversa invece la questione per i club italiani. La trattativa sarà libera, con l’Inter che avrà il diritto di rispedire al mittente qualsiasi offerta. Evidentemente il caso Higuain, clamorosamente strappato dalla Juventus al Napoli, ha condizionato non poco questa scelta.