Proposta dagli allenatori per la Champions League: “Niente più supplementari”

Proposta dagli allenatori per la Champions League: “Niente più supplementari”

Champions League sorteggi - FOTO Twitter @uefa
Champions League sorteggi – FOTO Twitter @uefa

Gli allenatori delle squadre che competono in Champions League lanciano la proposta: eliminare i supplementari per andare direttamente ai rigori.

Come spesso accade, a Nyon si sono riuniti gli allenatori più importanti d’Europa: tra i vari protagonisti del summit, l’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri, quello del Manchester United José Mourinho, il tecnico del Real Madrid Campione d’Europa in carica Zinedine Zidane e quello del Bayern Monaco Carlo Ancelotti. Tra i tanti argomenti trattati nella giornata odierna, i tecnici hanno lavorato ad una proposta che potrebbe cambiare notevolmente l’impostazione delle future competizioni europee e internazionali: l’eliminazione dei tempi supplementari.

La proposta nel dettaglio

A farsi portavoce della situazione è Sir Alex Ferguson, leggendario ex tecnico dei Red Devils, che come riporta La Gazzetta Dello Sport ha spiegato: “C’è malcontento nel vedere molti giocatori che si trascinano stancamente per il campo durante l’extra time, in attesa di arrivare ai tiri dal dischetto, cosa che inevitabilmente succede”. Una proposta che ha trovato riscontro anche nei piani alti dell’Uefa, in particolare nel direttore tecnico dell’organo internazionale calcistico Ioan Lupescu. La posizione del dirigente, però, è leggermente diversa: “Ci si potrebbe interrogare sull’effettiva utilità dell’extra-time nel calcio attuale, ma bisogna tener conto anche del fatto che l’eliminazione dei supplementari potrebbe essere un vantaggio per le squadre più piccole, che tenderebbero a difendersi ancora di più“.

Cosa cambia

Ovviamente, nel caso in cui questa proposta venisse accettata, ci sarebbe come detto l’eliminazione dei tempi supplementari. Dunque, le gare delle principali competizioni terminerebbero direttamente con la lotteria dei rigori, cosa che peraltro avviene già in un’altra importante competizione non europea, ovvero la Copa Libertadores, l’equivalente sudamericano della nostra Champions League e dunque la coppa più importante da assegnare a livello di club. Una possibile novità che di certo va ancora discussa e ponderata, per impostare quello che potrebbe essere l’ennesimo cambiamento perpetrato negli ultimi mesi.