Dall’inferno al paradiso, Pisa ai piedi del gladiatore Gennaro Gattuso

Dall’inferno al paradiso, Pisa ai piedi del gladiatore Gennaro Gattuso

Gennaro Gattuso, Pisa - Fonte Twitter Pisa AC
Gennaro Gattuso, Pisa – Fonte Twitter Pisa AC

Dopo la paura dell’esclusione, il Pisa riparte da Gennaro Gattuso e da una notte da sogno. Subito la vittoria contro il Novara, il futuro è oggi

Dall’inferno al paradiso. Dall’amarezza del rinvio all’euforia della prima vittoria. Tutto in una settimana per Pisa e i suoi tifosi, passati in pochi giorni dalla più completa confusione a una notte che difficilmente riusciranno a dimenticare. L’uomo copertina non può non essere lui, il Gladiatore Gennaro Gattuso che, seppure dalla tribuna, ha guidato i suoi alla vittoria contro il Novara. La rete di Lisuzzo ha spalancato le porte della vittoria ai nerazzurri, difesa con non poche sofferenze fino agli assalti finali dei piemontesi. Questa però è una squadra che ha imparato a soffrire e, dopo aver visto i fantasmi, è pronta a vivere questa stagione di serie B.

Il ritorno del Gladiatore

Un quadro a dir poco utopistico solo una settimana fa, quando la Lega decise di non far disputare il match tra i toscani e la Ternana. La confusione societaria, le rimostranze dei tifosi e le paure dei calciatori sono stati spazzati via dalla notizia del cambio di presidenza. E così, il passaggio dalla famiglia Petroni a Equitativa (fondo d’investimento arabo) ha permesso il ritorno del condottiero Gattuso, dimissionario solo un mese fa dopo le incomprensioni con la vecchia presidenza. Subito 5 mila tifosi all’allenamento, per dimostrare all’allenatore e alla squadra la passione e la vicinanza di un città che aveva tanta voglia di calcio.

Una stagione tutta da vivere

Senza una guida, senza preparatori atletici e praticamente senza società, i giocatori del Pisa hanno firmato una vera e propria impresa, riuscendo a resistere ad un’estate da incubo. Con l’imminente passaggio di proprietà, che diventerà ufficiale entro la fine del mese, il Pisa riparte dalla forza del gruppo e da Gennaro Gattuso. “Non sono un eroe. Gli eroi sono i miei giocatori, che da un mese fanno sacrifici incredibili. L’entusiasmo è importante, non c’è solo il legame Gattuso-Pisa ma quello fra la squadra e Pisa”. Le parole dell’ex bandiera del Milan nel giorno del suo ritorno. Avranno qualcosa da ridirgli i suoi calciatori e i suoi tifosi, che più di ogni cosa bramavano un suo ritorno. Bramavano il ritorno del Gladiatore Gennaro Gattuso.